A- A+
Esteri
Nashville, un countdown registrato ha annunciato l’esplosione

Molti  americani non lo dicono apertamente ma sicuramente pensano che il clima divisivo accentuato nel Paese dalle dichiarazioni  di fuoco del presidente uscente possano aver scaldato gli animi di qualche pazzo e favorito l'attentato a Nashville. Per il momento le dichiarazioni ufficiali sono caute ma indicano che il fatto è sicuramente intenzionale. Le autorità hanno messo 300.000 dollari per chi darà informazioni utili a prendere l'attentatore o gli attentatori.

"Crediamo che sia stato un atto intenzionale", ha detto il portavoce della polizia Don Aaron secondo cui "sono stati arrecati danni significativi alle infrastrutture della 2nd Avenue North e sono state ferite tre persone". Ora però alcuni testimoni hanno cominciato a rendere il quadro dell’attentato più preciso.

Fra questi testimoni Betsy Williams ha sostenuto di essere stata svegliata poco dopo le 4:30 da quello che sembrava uno sparo di un'arma automatica. Dopo aver chiamato i servizi di emergenza e la polizia, che ha isolato la Second Avenue nel centro di Nashville, la Williams ha ricordato di aver sentito un "messaggio computerizzato" da un camper parcheggiato.

Una voce femminile continuava a ripetere: "Vattene ora, questo veicolo esploderà fra 15 minuti". La testimone ha dichiarato alla Cnn che il messaggio registrato era un vero e proprio "countdown". Questo conto alla rovescia ha indotto la Williams e la sua famiglia a dare immediatamente ascolto all'avvertimento e iniziare a scendere le scale dal loro appartamento al terzo piano. "Quando abbiamo capito il pericolo abbiamo detto: "Oh accidenti, dobbiamo uscire da qui".

In pigiama, la famiglia, con il gatto in braccio, ha preso la macchina e si è diretta verso il fiume Cumberland e al Nissan Stadium. Da lì, poteva avere una visione chiara dell’area e vedere se davvero ci sarebbe stata un’esplosione.

Ma dopo essere rimasti lì per un po’, senza che fosse successo niente, gli Williams hanno deciso di tornare a casa pensando che fosse tutto uno scherzo. Ma mentre si stavano avvicinando alla Second Avenue, prima dell’area delimitata dalla polizia, hanno visto e sentito l'esplosione di fronte a loro. "Non ho mai visto niente di simile, ha scosso tutto", ha detto la donna.

Un altro testimone ha descritto l'esplosione come "la fine dei tempi". Buck McCoy ha detto che le finestre della sua residenza nel centro di Nashville, proprio di fronte all'esplosione, sono esplose e l'acqua ha iniziato a uscire dal soffitto. "Devo proprio avere un angelo custode per essere sopravvissuto, è stato davvero orrendo", ha dichiarato alla Cnn.

McCoy ha confermato di essere stato svegliato da quelli che pensava fossero colpi di pistola, circa 10 minuti prima dell'esplosione. Si è alzato, ha guardato fuori dalla finestra, ma è tornato a letto dato che non aveva visto nulla. McCoy dice di ritenersi fortunato per aver avuto solo graffi sul viso, sulle mani e sui piedi. "Era come in un film-ha dichiarato l’uomo-sembrava davvero la fine del mondo. Quando ho guardato fuori, dopo il botto, gli alberi erano caduti dappertutto e vetri rotti coprivano la strada. C’erano fiamme in tutta la strada e tre macchine completamente distrutte". La polizia ha mostrato un video impressionante ripreso dall’alto dell’esplosione di Nashville delle 2,27. E le indagini continuano.

 

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    usanashvillecountdownesplosione
    in evidenza
    Gravidanza e bacio a Rosolino Fede Pellegrini, la verità

    La Divina vuota il sacco

    Gravidanza e bacio a Rosolino
    Fede Pellegrini, la verità

    i più visti
    in vetrina
    E-Distribuzione, il Paradiso Dantesco prende forma sulle cabine elettriche

    E-Distribuzione, il Paradiso Dantesco prende forma sulle cabine elettriche


    casa, immobiliare
    motori
    Volkswagen presenta la nuova Tiguan Allspace

    Volkswagen presenta la nuova Tiguan Allspace


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.