A- A+
Esteri
Papa Francesco silura il cardinal Ravasi: al suo posto arriva Tolentino

Il cardinale José Tolentino nominato prefetto del Dicastero per la Cultura e l'Educazione

Il cardinale portoghese José Tolentino Mendonça è stato nominato lunedì 26 settembre da papa Francesco prefetto del nuovo Dicastero per la Cultura e l'Educazione, creato nell'ambito del rinnovamento della Curia romana, con l'entrata in vigore della nuova costituzione "Praedicate Evangelium". Prende il posto di un “pezzo da 90” della Curia come il cardinale Gianfranco Ravasi, che ha appena compiuto 80 anni e che potrà quindi dedicarsi a tempo pieno alla divulgazione, impresa cui si presta da oltre 20 anni. Ha una rubrica fissa sul Domenicale del Sole 24 Ore e ha condotto la rubrica domenicale “Frontiere dello Spirito. Accusato dall’ala conservatrice della Chiesa Cattolica di essere vicino a un pensiero di cattolicesimo liberale che aveva la sua Stella Polare nel cardinale Martini, Ravasi negli ultimi anni ha subito pesanti attacchi per essere stato promotore di un’esegesi biblica più vicina verso studiosi non-cattolici e non-cristiani piuttosto che verso Autori in linea con la Tradizione Cattolica esegetica e magisteriale.

Il Dicastero per la Cultura e l'Educazione nasce nell'ambito del rinnovamento della Curia Romana, con l'entrata in vigore della nuova costituzione 'Praedicate Evangelium' e riunisce le responsabilità fino ad ora assegnate alla Congregazione per l'Educazione Cattolica e al Pontificio Consiglio della Cultura, essendo responsabile, cioè, della rete delle scuole cattoliche nel mondo, con 1.360 università cattoliche e 487 università e facoltà ecclesiastiche con 11 milioni di studenti e altre 217mila scuole con 62 milioni di bambini.

Sarà invece il cardinale madeirano Tolentino Mendonça, la cui nomina è stata anticipata venerdì dal quotidiano online 7 Margens, a coordinare il dialogo della Chiesa universale con il mondo della cultura. Il cardinale José Tolentino Mendonça, 56 anni, sostituirà il cardinale Gianfranco Ravasi, che compirà 80 anni in ottobre, nell'ex Pontificio Consiglio della Cultura, e nell'ex Congregazione per l'Educazione Cattolica, il cardinale Giuseppe Versaldi, che ha compiuto 79 anni a luglio.

Finora il cardinale portoghese ha svolto le funzioni di archivista e bibliotecario del Vaticano. Ha iniziato gli studi teologici nel 1982 ed è stato ordinato sacerdote nel 1990, essendo stato nominato, nel 2011, Consultore del Pontificio Consiglio della Cultura. José Tolentino Calaça de Mendonça, creato cardinale il 5 ottobre 2019 da papa Francesco, è nato nel dicembre 1965 a Machico, nell'isola di Madeira, distinguendosi come poeta, sacerdote e insegnante. Autore di numerosi libri, che lo fecero conoscere ai portoghesi di diverse provenienze, studiò Scienze Bibliche a Roma e visse a Lisbona, dove fu professore e vicerettore dell'Università Cattolica Portoghese, istituzione che scelse per il dottorato in Bibliografia Teologia.

Tra le varie funzioni ecclesiastiche da lui svolte, pubblicò una vasta opera di poesia, saggistica e teatro. Considerava la poesia come l'arte di resistere al tempo e ha visto il suo lavoro, come autore, insignito di numerosi riconoscimenti, tra cui il Premio di poesia della città di Lisbona (1998), il Premio Pen Club per il saggio (2005), l'italiano Res Magnae, per saggio (2015), il Teixeira de Pascoaes APE Poetry Grand Prix (2016), il APE Crónica Grand Prix (2016) e il Premio Capri-San Michele (2017). Nel 2020, il cardinale José Tolentino Mendonça ha vinto il Premio europeo Helena Vaz da Silva per la diffusione dei beni culturali, per il suo contributo "eccezionale" come promotore della cultura e dei valori europei, annunciano oggi i promotori.

Nell'assegnare il premio, i membri della giuria si sono dichiarati "colpiti dalla capacità che Tolentino Mendonça dimostra nel promuovere la Bellezza e la Poesia come parte del patrimonio culturale immateriale dell'Europa e del mondo". Al momento della sua elevazione a cardinale, Tolentino Mendonça ha chiesto al Papa "Santo Padre, cosa mi hai fatto?". Secondo lo stesso cardinale portoghese, Francesco rise e disse: "Guarda, ti dico quello che ha detto un poeta, 'tu sei poesia'". "Erano parole che conservo nel cuore, in fondo per dire una cosa essenziale, che la Chiesa ha una certa sensibilità, un'attenzione a un certo campo umano, che è il campo della cultura, delle arti, dell'estetica", ha detto Tolentino Mendonça ai giornalisti il 5 ottobre 2019. Il cardinale ha già ricevuto due elogi: Ordine dell'Infante D. Henrique e Ordine Militare di Sant'Iago de Espada. Nel frattempo, all'incarico di Archivista e Bibliotecario Vaticano, finora ricoperto da Tolentino Mendonça, è stato nominato monsignor Angelo Vincenzo Zani, finora Segretario dell'ex Congregazione per l'Educazione Cattolica.
 

 

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    tolentino





    in evidenza
    "Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"

    De Filippi furiosa in tv

    "Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"

    
    in vetrina
    Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire

    Annalisa, "la lingua era nella sua gola...". Quando ha rischiato di morire


    motori
    Carlos Tavares politicizza il futuro dell'automobile a "L'Événement" su France 2

    Carlos Tavares politicizza il futuro dell'automobile a "L'Événement" su France 2

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.