A- A+
Esteri
Pensioni, Macron snobba il “mépris” (disprezzo) di milioni di francesi

Francia, Macron non cede sulle pensioni

Emmanuel Macron, nella bufera delle proteste popolari, si sta comportando da leader autorevole, specie quando sottolinea che la sovranità appartiene al popolo elettore, non alla folla in tumulto, oggi, sulle pensioni e ieri con i Gilet gialli.

Jacques Chirac ritirò la riforma delle pensioni a causa delle proteste di piazza e si insabbiò nell’immobilismo più totale. Secondo Giulianone Ferrara, che trascorre lunghi periodi a Parigi, quella del leader gollista, “nemico” di Mitterrand (entrambi più carismatici dell’attuale Presidente, come di Hollande e Sarkozy), era una strana forma di adulazione della Francia, il più straordinario dei metodi dissimulativi del disprezzo, le mépris, la parola oggi più diffusa.

Macron - definito dai suoi tanti avversari le “Mépresident”, non più il “Presidente dei ricchi” - è diverso da Chirac. E si sta rivelando un riformista liberale, che snobba i sondaggi, a lui nettamente sfavorevoli. E non intende lasciare il potere alla figlia del vecchio fascistone Jean-Marie Le Pen nè a Jean-Luc Mélenchon, il sussiegoso tribuno massimalista, che ha detto a un poliziotto: “La République c’est moi!”.

 

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
macronpensioni





in evidenza
Affari in rete

Guarda la gallery

Affari in rete


in vetrina
Royal Family/ Meghan Markle è "troppo nuda": polemica per la visita in Nigeria

Royal Family/ Meghan Markle è "troppo nuda": polemica per la visita in Nigeria


motori
Jeep Experience: un successo tra prestazioni Off-Road e accoglienza premium

Jeep Experience: un successo tra prestazioni Off-Road e accoglienza premium

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.