A- A+
Esteri

Il presidente del Kosovo, Hashim Thaci, è stato formalmente accusato di crimini di guerra e crimini contro l’umanità per il suo ruolo nel conflitto con la Serbia negli anni ’90.

Lo ha annunciato, in una nota, la Camera degli specialisti del Kosovo, con sede a L’Aia, che ha accusato anche l’ex capo dell’intelligence durante il conflitto ed ex speaker del Parlamento, Kadri Veseli.

Le incriminazioni erano stato formulate già il 24 aprile, ma solo oggi sono state rese pubbliche, con i magistrati che accusano entrambi i politici di aver "compiuto ripetuti tentativi” di ostruire il loro lavoro. I pubblici ministeri sospettano Thaci e Veseli di “quasi 100 omicidi”, ma anche di sparizione forzata di persone, persecuzioni e torture. Un giudice sta esaminando le accuse per decidere se confermarle.

In seguito all’annuncio, Thaci ha annullato il suo viaggio negli Stati Uniti dove sabato avrebbe dovuto incontrare la controparte serba alla Casa Bianca.

Commenti
    Tags:
    kosovoserbiaguerrapresidente kosovohashim thacicrimini di guerra
    Loading...
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Mercedes EQB, il suv elettrico in formato famiglia

    Nuova Mercedes EQB, il suv elettrico in formato famiglia


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.