A- A+
Esteri

Le Nazioni Unite hanno deciso di escludere l'Iran dalla conferenza di pace sulla Siria, al via mercoledì in Svizzera, ritirando l'invito rivolto a Teheran a causa del suo rifiuto di sostenere la richiesta di dare vita a un governo di transizione, come deciso alla prima conferenza di pace del 2012. Lo ha annunciato il portavoce delle Nazioni Unite Martin Nesirky, sottolineando il disappunto del segretario generale Ban Ki-moon a fronte delle dichiarazioni dell'Iran contro le conclusioni di Ginevra 1.

L'invito era stato rivolto all'Iran meno di 24 ore prima, suscitando la protesta dell'opposizione siriana, che aveva minacciato di disertare i lavori della conferenza. Anche Washington aveva chiesto di ritirare l'offerta, qualora l'Iran non avesse sostenuto le conclusioni di Ginevra 1.

"Dal momento che (l'Iran) ha scelto di rimanere fuori da questo accordo, (Ban) ha deciso che la riunione di un giorno a Montreux si terrà senza la partecipazione dell'Iran", ha detto Nesirky.

L'Iran è il principale sostenitore del presidente siriano Bashar al Assad; solo poche ore prima della cancellazione dell'invito, l'inviato iraniano all'Onu Mohammad Khazaee aveva ribadito in un comunicato la posizione del suo governo contro le conclusioni di Ginevra 1: "L'Iran ha sempre sostenuto la ricerca di una soluzione politica a questa crisi. Tuttavia la Repubblica islamica dell'Iran non accetta alcuna precondizione alla sua partecipazione alla conferenza di Ginevra 2. Se la partecipazione dell'Iran è condizionata dall'accettazione di Ginevra 1, l'Iran non parteciperà a Ginevra 2".

 

Tags:
siriaonu
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
La nuova Peugeot 308 diventa premium

La nuova Peugeot 308 diventa premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.