A- A+
Esteri
Sudan, colloqui a Gedda per un cessate il fuoco preliminare per la pace

Sudan, le forze in gioco discutono la tregua agli scontri

Forze Armate Sudanesi (SAF) e Forze di Supporto Rapido (RSF) si sono incontrate a Gedda per stabilire il cessate il fuoco e attivare corridoi umanitari. La speranza è che si raggiunga presto una tregua. Oggi il Sudan - dopo la divisione dal Sud Sudan - non è “il più vasto Stato africano, otto volte più grande della Polonia”, descritto da Ryszard Kapuściński nei suoi reportage degli anni Sessanta, anche se restano le frontiere coloniali, “fatte con il righello”. Il Sudan confina con sette stati, Eritrea, Egitto, Ciad, Sud Sudan (2011) Libia e Repubblica Centro Africana ed è una regione che, per le immense risorse, è considerata strategica nello scacchiere internazionale.

Dal 15 aprile però è piombata nel caos. Non una guerra civile ma uno scontro tra militari. A combattere a Khartoum, nelle città vicine e in alcune aree del Darfur sono i militari del governo di transizione al potere dopo la caduta, nel 2019, del presidente Omar al Bashir, il generale Abdel Fatah al Burhan, (SAF) e il suo vice, il generale Mohammed Hamdane Daglo, detto Hemetti (RSF). Il 7 maggio, dopo una serie di tregue annunciate e subito interrotte con reciproche accuse, i due fronti, le Forze Armate Sudanesi (SAF) e le Forze di Supporto Rapido (RSF) si sono incontrate a Gedda, in Arabia Saudita.

Leggi anche: Giorgia Meloni rientrata in Italia da Addis Abeba: bilancio della missione

Colloqui non per la pace ma per una tregua umanitaria che “risparmi sofferenza al popolo sudanese e garantisca l’arrivo degli aiuti nelle zone colpite”. Così si legge nella dichiarazione congiunta degli organizzatori, Stati Uniti e Arabia Saudita. Dichiarazione che si conclude con un appello al sostegno internazionale per un processo di negoziazione tra le parti. Al momento il tavolo della tregua è sostenuto da Emirati Arabi Uniti, Inghilterra, Lega Araba e, tra le organizzazioni, Unitams (United Nations Integrated Transition Assistance Mission in Sudan), Igad (Intergovernmental Authority on Development) e Unione Africana.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
geddasudan





in evidenza
Affari in rete

Politica

Affari in rete


in vetrina
Nutella, il gelato è stato già richiamato: c'è un problema con gli allergeni

Nutella, il gelato è stato già richiamato: c'è un problema con gli allergeni


motori
Alpine apre il primo atelier Alpine a Barcellona

Alpine apre il primo atelier Alpine a Barcellona

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.