A- A+
Esteri
Turchia, sanzioni Ue al sultano Erdogan: c’è l’accordo fra i 27 leader

I leader dell'Ue riuniti a Bruxelles per il Consiglio europeo hanno deciso di sanzionare le azioni "illegali e aggressive" della Turchia nel Mediterraneo ai contro la Grecia e Cipro, hanno riferito diverse fonti diplomatiche all'agenzia Afp. "Le misure decise saranno sanzioni individuali e ulteriori misure potrebbero essere decise se la Turchia continuerà le sue azioni", ha detto un diplomatico.

I leader hanno incaricato l'alto rappresentante per la politica estera, Josep Borrell, di redigere una relazione entro marzo 2021 sull'"evoluzione della situazione" e di proporre, se necessario, l'estensione del regime di sanzioni. Secondo il documento approvato dai leader, e distribuito da una fonte dell'Ue, i Paesi "hanno invitato" il Consiglio europeo ad "adottare elenchi aggiuntivi" alla decisione dell'11 novembre 2019 sulle misure restrittive per le quote della Turchia nel Mediterraneo orientale. "L'idea è di stringere gradualmente la morsa", ha detto un diplomatico.

Il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ha dichiarato che le eventuali sanzioni con cui l'Unione Europea colpirà la Turchia non destano alcuna preoccupazione, tornando ad accusare la Grecia per i problemi tra Ankara e Bruxelles a causa delle tensioni nel Mediterraneo orientale. "Qualsiasi decisione presa dall'Ue per applicare sanzioni nei nostri confronti non ci preoccupa più di tanto. Abbiamo visto come sia stata la Grecia a fuggire dal tavolo delle trattative. Se la Grecia si comporterà da vicino sincero saremo pronti a sederci e ascoltare", ha detto Erdogan prima di partire per una visita in Azerbaigıan.

Il Ministero degli Esteri turco ha bollato come "fazioso" e "illegale" il piano di sanzioni allo studio dell'Unione Europea, che ha stilato una lista di possibili obiettivi da colpire in risposta alle operazioni di Ankara nel Mediterraneo orientale. "Respingiamo l'approccio fazioso e illegale presente nelle conclusioni del vertice Ue del 10 dicembre su pressione della solidarietà e del veto", si legge in una nota del ministero. Nei mesi scorsi navi turche hanno esplorato le acque della zona economica esclusiva greca alla ricerca di materie prime, un'iniziativa che ha causato un forte deterioramento dei rapporti con l'Unione Europea.

 

Commenti
    Tags:
    turchiasanzioni turchiasanzioni ue turchiaerdogansanzioni erdogan
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Filippo trasferito in altro ospedale La Royal Family "supplica" Harry

    "Accertamenti cardiaci"

    Filippo trasferito in altro ospedale
    La Royal Family "supplica" Harry

    i più visti
    in vetrina
    Georgina Rodriguez bikini spettacolare. Lady CR7: "Mi piaccione le mie.." FOTO

    Georgina Rodriguez bikini spettacolare. Lady CR7: "Mi piaccione le mie.." FOTO


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes-Benz Classe C: una storia tutta da raccontare

    Mercedes-Benz Classe C: una storia tutta da raccontare


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.