A- A+
Esteri
Ucraina-Moldavia, ok alla candidatura Ue. Zelensky: "Grato per il sostegno"
Zelensky

Si' alla candidatura Ue per Ucraina e Moldavia. Von der Leyen: "Bella giornata per l'Europa". Michel: "Momento storico"

I capi di Stato e di Governo dell'Unione europea hanno dato il via libero alla concessione di status di Paese candidato a Ucraina e Moldavia. Luce verde anche alla "prospettiva europea" per la Georgia. "Oggi e' un bella giornata per l'Europa. Congratulazioni ai presidenti Zelensky e Sandu e al primo ministro Garibashvili. I vostri Paesi fanno parte della nostra famiglia europea. E la storica decisione odierna dei leader lo conferma", ha spiegato la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. "Accordo. L'Unione Europea ha appena deciso di conferire lo status di candidato all'Ue a Ucraina e Moldavia. Un momento storico. La giornata di oggi segna un passo fondamentale nel vostro cammino verso l'Ue. Congratulazioni a Volodymyr Zelensky e Maia Sandu, al popolo ucraino e moldavo. Il nostro futuro e' insieme", ha scritto su Twitter Charles Michel. "L'Unione Europea ha deciso di riconoscere la prospettiva europea della Georgia ed e' pronta a concedere lo status di candidato una volta affrontate le priorita' in sospeso".

Parlamento europeo approva la risoluzione su candidatura Ucraina all'Ue. Gli applausi in aula

Con 529 voti a favore il Parlamento europeo approva la risoluzione per la candidatura dell'Ucraina all'Ue. Tutti i parlamentari in piedi ad applaudire all'esito del voto.

Ue, ok alla candidatura dell'Ucraina. Zelensky: grato per il sostegno

"Elogio sinceramente la decisione dei leader dell'Ue al vertice Ue di concedere lo status di candidato all'Ucraina. E' un momento unico e storico nelle relazioni tra Ue e Ucraina. Sono grato a Charles Michel e von der leyen e ai leader dell'Ue per il sostegno. Il futuro dell'Ucraina e' all'interno dell'Ue". Lo scrive in un tweet il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky.

Cina, il presidente Xi Jinping: "Basta mentalità da Guerra Fredda". Ue-Ucraina, si allungano i tempi per il sì

Il presidente cinese, Xi Jinping fa appello ai Paesi Brics per iniettare "forze positive, stabili e costruttive" nel mondo, e per opporsi alla "mentalità da Guerra Fredda" e al ricorso a sanzioni unilaterali. “In quanto importanti Paesi emergenti", ha scandito Xi, nell'intervento iniziale del vertice delle economie in via di sviluppo di Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica, i Paesi Brics "devono essere coraggiosi nelle loro responsabilità e azioni e iniettare nel mondo forze positive, stabili e costruttive”.

Sottolineando l'aderenza al multilateralismo, il presidente cinese, citato dall'agenzia Xinhua, ha poi ricordato l'importanza di "abbandonare la mentalità da Guerra Fredda e di confronto tra gruppi, opporsi alle sanzioni unilaterali e all'abuso delle sanzioni per superare l'egemonia e le piccole cerchie", con un riferimento ai difetti che Pechino imputa agli Stati Uniti.

Il presidente cinese, Xi Jinping, elogia la cooperazione tra i Paesi Brics in una situazione globale "grave e complessa" all'apertura del vertice delle economie emergenti di Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica ospitato in modalità virtuale dalla Cina. "La ripresa economica mondiale è tortuosa e le questioni della pace e della sicurezza sono diventate più importanti", ha detto Xi.

"Di fronte alla situazione grave e complessa - ha aggiunto - il meccanismo Brics ha dimostrato resilienza e vitalità e la cooperazione Brics ha ottenuto progressi e risultati positivi". Questo incontro, ha scandito il presidente cinese, citato dall'agenzia Xinhua, "avviene in un momento critico su dove sta andando la società umana".

Il presidente cinese, Xi Jinping, chiede ai Paesi Brics di rafforzare il coordinamento per la ripresa dell'economia mondiale per "prevenire e risolvere i principali rischi e le sfide" dello sviluppo mondiale e garantire la sicurezza delle catene industriali e di approvvigionamento globali. Lo ha dichiarato nel suo intervento di apertura del vertice della sigla che riunisce le economie emergenti di Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica, ospitato in modalità virtuale dalla Cina.

"Dobbiamo rafforzare il coordinamento delle politiche macro, garantire la sicurezza e l'uniformità delle catene industriali e di approvvigionamento, costruire un'economia mondiale aperta, prevenire e risolvere i principali rischi e le sfide affrontate dallo sviluppo mondiale e ottenere risultati più inclusivi e una crescita economica resiliente", ha detto il presidente cinese.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    guerraucrainauexi jinping





    in evidenza
    Affari in Rete

    MediaTech

    Affari in Rete

    
    in vetrina
    Svolta meteo: ecco quando termina il freddo e torna il caldo

    Svolta meteo: ecco quando termina il freddo e torna il caldo


    motori
    Ford Pro rinnova l'E-Transit 100% elettrico

    Ford Pro rinnova l'E-Transit 100% elettrico

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.