A- A+
Esteri
Usa, Donald Trump finisce nel mirino di Anonymous

di Andrea Deugeni
twitter11
@andreadeugeni

"Donald Trump è arrivato alla nostra attenzione che tu vuoi bloccare tutti i musulmani dall'accesso negli Stati Uniti. Questa scelta potrebbe avere un enorme impatto". Anonymous lancia un'azione contro Donald Trump. Lo ha annunciato il gruppo di hacktivisti con un video sul web in cui un uomo col volto coperto dalla maschera di Guy Fawkes sottolinea con voce metallica: "Quest'opzione avrebbe un impatto enorme ed è quello che l'Isis vuole".

"Più i musulmani si sentiranno tristi, più l'Isis penserà che può reclutarli", prosegue il video. "Più gli Stati Uniti daranno l'impressione di mettere nel mirino tutti i musulmani e non solo quelli radicali - aggiunge Anonymous- si può star certi che l'Isis utilizzerà quest'aspetto per le sue campagne sui social. Donald Trump, pensaci due volte prima di parlare del tutto. Sei stato avvisato, Donald Trump, noi non perdoniamo".

La controversa proposta del candidato alle Presidenziali americane di vietare l'ingresso negli Usa ai musulmani era arrivata in settimana dopo la strage di San Bernardino in California in cui una coppia (Syed Farook, 28 anni, e la moglie 29enne cittadina pakistana Tashfeen Malik) ha ucciso 14 persone e ferendone 21 al centro per disabili, strage ispirata dall'Isis.

Le reazioni all'ennesimo scivolone di Trump sono arrivate anche dal mondo islamico. A Dubai, per esempio, l'ultimo episodio riguarda la cancellazione del nome del magnate americano da un cartellone pubblicitario che reclamizza un progetto in partnership tra la Damac Properties e Trump Organization per la realizzazione di un'area residenziale di lusso chiamata "la Beverly Hills di Dubai".

Di recente le lettere del nome Trump sono scomparse dal cartellone: al loro posto ci sono spazi bianchi. Alcuni uomini della sicurezza sorvegliano il luogo, bloccando chiunque provi a scattare delle fotografie. Il vice presidente di Damac Properties, società specializzata nell'edilizia di lusso con sede a Dubai, Niall McLoughlin, ha declinato di commentare l'episodio, anche se precedentemente la società aveva promesso di onorare i suoi legami con la Trump Organization.

Nei giorni scorsi anche la catena di negozi 'Lifestyle', che fa capo alla società di retail con sede a Dubai Landmark Group, aveva annunciato lo stop alla vendita di mobili e arredi a marchio Trump. "Abbiamo sospeso la vendita di tutti i prodotti della marca di arredamento Trump Home", aveva dichiarato il ceo di Lifestyle, Sachin Mundhwa, in reazione alle frasi del magnate americano che, commentando la strage di San Bernardino, aveva invocato una "totale e completa chiusura" delle frontiere per tutti i fedeli islamici.

Intanto, negli States, secondo un sondaggio di Cnbc (Millionaire Survey), che ha interpellato gli elettori con almeno un milione di dollari in asset investibili, HillaryClinton è in testa alle preferenze con il 34% delle intenzioni di voto, seguita da Rubio al 13% e da Ben Carson e Donald Trump, al 9%. Il socialista Bernie Sanders, di fatto l'unico avversario di Clinton, ha ottenuto il 7 per cento. Considerando invece solo i milionari repubblicani, Rubio gode del 26% delle intenzioni di voto, seguito da Carson al 16% e Trump al 15 per cento; Jeb Bush, in testa al sondaggio ad aprile, è crollato dal 37 all'11%

Tra i democratici scelta quasi obbligata, con il 76% che punta su Clinton e il 13% su Sanders. Tra gli indipendenti, il 27% sceglie Clinton, il 12% il repubblicano John Kasich. Sorprende che manchi, dalle prime due posizioni, il miliardario Trump. "Queste persone sono ricche ma non lo considerano uno di loro" ha commentato George Walper, presidente di Spectrem Group, la società di ricerca indipendente che ha realizzato il sondaggio, che si è detto "sorpreso" per lo scarso sostegno per Trump. Tra i milionari, l'argomento elettorale che interessa di più riguarda le tasse e le spese federali (26%), poi lo stallo politico (20%), la politica estera e il terrorismo (19%).

 

 

Tags:
trumpanonymous
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona

SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.