A- A+
Food
Grana Padano si racconta: un libro e il nuovo spot

Il Consorzio Tutela Grana Padano si racconta
Storia e comunicazione della DOP italiana più nota in tutto il mondo nel libro
“Grana Padano: Una storia di qualità”


Si chiama “Grana Padano: Una storia di qualità”, il libro edito da Mondadori
presentato questa mattina in un incontro stampa nel quale sono intervenuti fra gli altri:
Nicola Cesare Baldrighi, Presidente Consorzio Grana Padano
Stefano Berni, Direttore Generale Consorzio Grana Padano
Vincenzo Russo, Professore di Psicologia dei Consumi e Neuromarketing, Direttore del Master in Food and Wine
Communication - IULM

Il libro ripercorre oltre otto secoli di storia di uno dei prodotti più significativi della cultura gastronomica italiana, noto e apprezzato oggi in tutto il mondo. Un formaggio unico, perché ha caratteristiche proprie di un territorio e una lavorazione fatta di processi antichi e tradizioni immutate.
Ha origini lontane, che risalgono all’anno 1134, quando alcuni frati dell’Abbazia di Chiaravalle riuscirono a capire come poter conservare a lungo il latte, trasformandolo in un formaggio a pasta dura che poteva durare nel tempo, da qui il nome caseus vetus (cacio invecchiato) e successivamente Grana.
Dall’intuizione dei frati si è arrivati al Novecento, con la volontà di regolarizzare e controllare la produzione per garantire la massima qualità e le caratteristiche organolettiche. La nascita del Consorzio Tutela Grana Padano, nel 1954, ha proprio l’obiettivo di riunire le cooperative e le industrie casearie dedite alla produzione secondo un disciplinare ben preciso, a tutela del consumatore.

E proprio ai suoi diversi consumatori il Consorzio si è sempre rivolto, con l’obiettivo di informare e fare cultura attraverso progetti nazionali e internazionali, come l’attività di educazione nutrizionale Grana Padano divenuta dal 2005 un progetto istituzionale con finalità a servizio del consumatore.
Dalla qualità della vita grazie un corretto stile alimentare, alla promozione dei molteplici usi in cucina, fino ad arrivare alla ristorazione e al piacere di sperimentare abbinamenti innovativi grazie anche a collaborazioni con ristoratori e cucine “stellate”. Oltre i confini del Bel Paese.
Il Consorzio non si è mai fermato, e non si ferma. Promuove e continua a comunicare, oggi più che mai, i suoi valori ad un sempre più vasto pubblico.

E oggi, proprio per sintetizzare le peculiarità e la storia di un orgoglio italiano, il Consorzio ha deciso di scrivere un volume che racchiude il percorso fatto fino ad oggi, descrivendolo anche attraverso le campagne pubblicitarie nazionali e internazionali ideate e prodotte fino a Expo 2015.
“Questo libro – afferma Nicola Cesare Baldrighi, Presidente del Consorzio Grana Padano, in occasione della
presentazione alla stampa – racconta la storia millenaria di un prodotto che fa parte di tutti noi perché è da sempre sulle tavole delle famiglie italiane, e non solo. Rappresenta la cultura gastronomica del nostro Paese, la storia millenaria e le tradizioni socio culturali di un territorio così splendidamente raccontate da Olmi nell’ ”Albero degli Zoccoli” il piacere della condivisione, del mangiare bene. La scelta di scrivere il libro in italiano e in inglese è motivata dal forte appeal che il nostro prodotto ha a livello internazionale”.

Grana Padano DOP è infatti uno dei protagonisti del gusto universalmente riconosciuti, e il prodotto DOP più
consumato nel mondo (l’export copre oltre un terzo della produzione).
Il libro è in vendita dal 13 settembre in tutte le librerie.

LO SPOT

Grana Padano è on air, all over the world, dal 18 settembre
Grana Padano torna in televisione. La Storia della comunicazione continua.

Grana Padano torna in televisione, dal 18 Settembre, sulle emittenti
nazionali e internazionali, con il nuovo Spot che è un inno alle nostre origini.
Punta dritto al cuore del consumatore la storia raccontata attraverso il dialogo e le immagini di un
nonno e di suo nipote, nella quale si ricorda la grande importanza di non dimenticare mai chi siamo e
da dove veniamo, perché sono le origini e le tradizioni che fanno la differenza.

Lo spot inizia con il ritrovamento di una scatola dei ricordi che un bambino apre insieme al nonno.
Ogni pezzo che ne affiora riporta quest’ultimo ad un passato legato alla sua terra d’origine: la terra
della Pianura Padana, il profumo dell’erba e il sapore di Grana Padano che nasce da un territorio
unico, e solo in quello. Il finale svela che nonno e nipote sono in un ristorante di New York, dove
l’intera famiglia si è trasferita tanti anni fa.

Seppur lontano da casa da tempo, la famiglia non dimentica le proprie origini ma, al contrario, le
tramanda di generazione in generazione. Così come Grana Padano, che da oltre otto secoli non
rinuncia alle sue tradizioni e alla produzione e alla lavorazione di un prodotto che solo così raggiunge i
consumatori di tutto il mondo, con la sua genuina e unica bontà.

Il filmato, ideato da McCann Worldgroup, emoziona e riporta il telespettatore indietro alla sua storia
che sono la base sulla quale costruire il proprio futuro, perché “Qualunque sia il successo che hai
ottenuto nella vita non dimenticare mai da dove vieni”.

Grana Padano torna così a parlare di sé e a far parlare di sé, in Italia e oltre oceano, con una
pianificazione che coinvolgerà Germania, Svizzera, Francia, UK e USA.

Agenzia: McCann Worldgroup
Team creativo McCann Worldgroup: Copywriter Chiara Castiglioni, Art Director Edoardo Aliata, Chief Creative
Officer Alessandro Sabini, Chief Strategic Officer Giovanni Lanzarotti
Regia: Dorian&Daniel
Centro Media: MEC
Colonna sonora: Brano originale “Starchild” (ri-arrangiamento)
Casa di produzione: Movie Magic International
Mezzi: Tv 7”, 15”, 20”, 30”, 45”
Pianificazione concessionarie: Publitalia -Sipra -Sky - Cairo
Periodi di Campagna: da settembre a dicembre, 2 settimane al mese

Tags:
grana padanolibro grana padanospot televisivo grana padanospot grana
in evidenza
Berardi ciliegina dello scudetto Leao deve 20 mln allo Sporting

Le mosse del Milan campione

Berardi ciliegina dello scudetto
Leao deve 20 mln allo Sporting

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
FIAT premia lo stile di guida ecosostenibile con la Nuova 500

FIAT premia lo stile di guida ecosostenibile con la Nuova 500


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.