A- A+
Food
Identità Golose è anche Identità di vini

Mi ricordo che la sera di martedì 25 gennaio 2005, finita l’ultima delle 18 lezioni in cui si articolava la prima edizione di Identità Golose, passai stand per stand per salutare e ringraziare gli espositori. Il congresso si teneva al Palazzo della Borsa in Piazza Affari, in 1500 metri quadrati suddivisi in due piani, 750 sopra e altrettanti sotto. Già l’anno seguente impiegai più tempo a completare il giro. Poi divenne pressoché impossibile tale il numero di stand, tanto che al quarto anno Claudio Ceroni e io decidemmo di trasferirci dove siamo tuttora, al MiCo, il centro congressi di via Gattamelata.

Tutto questo mi è tornato alla mente in questi giorni, al momento di preparare le newsletter che raccontano sponsor ed espositori, questa quella dedicata al vino che darà nobiltà a Identità 2016, tante uscite, specchio di un’area espositiva sempre più importante e ricca di spunti. Penso sarà particolarmente bello e interessante girarla in lungo e in largo da domani a martedì. Buone Identità a tutti.

Paolo Marchi 

Helmuth Köcher, in qualità di Wine Hunter, sarà all’interno d’Identità Milano con un’area dedicata a vini e liquori: oltre 90 aziende vitivinicole che hanno ottenuto la prestigiosa Merano Award Selection, la più grande area dedicata al vino e liquori. 

Il 7 e 8 marzo, all’interno della Scuola di Identità Golose, si terranno due masterclass guidate da Köcher e dedicate alle bollicine della Trento Doc e della Dop Tullum Feudo Antico, prima Dop territoriale d’ Abruzzo. Le degustazioni sono gratuite previa iscrizione al sito della Scuola. 
 
Sostenitore di Identità Milano fin dalla prima edizione, il Gruppo Italiano Vini sarà presente con Nino Negri e Monogram, grandi vini della Valtellina e Franciacorta. Imperdibile la degustazione allo stand di Sfursat 5 Stelle 2013, emblema dell’impegno e della dedizione profusi nella viticoltura di montagna. Giv-I Nobel premierà anche il Cuoco dell’Anno di Identità.

Novità assoluta l’ultimo nato di casa, Sciur, un vino Sostenibile Concreto Innovativo Unico Responsabile, un lavoro ideato e condotto dall’enologo Casimiro Maule, massimo esperto delle vigne valtellinesi. Monogram presenterà la bollicina Dosage Zero, uno spumante che si affina sui lieviti per circa 30 mesi con un profumo davvero accattivante.
 

Berlucchi, bollicine d'autore (e non solo)

Nella lounge bar Berlucchi, l’azienda storica della Franciacorta, nostro sostenitore da molti anni, presenta il nuovo Palazzo Lana Extrême Riserva. Le degustazioni quotidiane saranno con Berlucchi ’61 Brut, Satèn e Rosé e ogni giorno dalle 12,30 alle 14,30 ci sarà una vera trasformazione in uno spazio del gusto in cui sperimentare abbinamenti insoliti e provocatori. 

Domenica 6 marzo con “Seta e mare”: Berlucchi ’61 Satèn e alici di Cetara Mealitaly; lunedì 7 marzo con “Osare l’Extremo”, la nuova annata 2007 della Riserva Palazzo Lana Extrême, con gli assaggi di Chicco e Bobo Cerea del Ristorante Da Vittorio di Brusaporto (Bergamo). Martedì 8 marzo sarà la volta di “Un Cellario a Norcia”: Cellarius Brut 2011 e finger food al tartufo della Cucina San Pietro a Pettine.
 
Per quest'edizione di Identità Milano la famiglia Cecchi porterà la Maremma in degustazione. Lo spazio si animerà per tutti e tre i giorni con assaggi dei vini dell’azienda agricola. Imperdibili le degustazioni di Val delle Rose Morellino di Scansano Docg 2014, Val delle Rose “Aurelio” Maremma Toscana Doc 2013 e il Val delle Rose “Litorale” Igt 2015 un bianco fresco che ricorda le brezze marine.

Assaggi di formaggi biologici dell’azienda Fratelli Pira di Ischia Castro (bassa Maremma) con le specialità di pecora e capra, rigorosamente da latte crudo. Nella pausa lavori invece ci sarà la cucina di Valeria Piccini del Ristorante Da Caino, due stelle Michelin, di Montemerano, un'apoteosi gastronomica della tradizione culinaria maremmana.
 

Maschio e la versatilità di Prime Uve

La distilleria Bonaventura Maschio continua il percorso di scoperta delle acqueviti d’uva in cucina. L’obiettivo è quello di continuare a dimostrare che le Prime Uve possono essere versatili come ingrediente e non solamente consumate in purezza. 

A Identità Milano il grande pasticcere Gianluca Fusto presenterà le nuove creazioni: tre sfere, chiamate Prime Lune, ottenute utilizzando come ingrediente Prime Uve Bianche, Oro e Nere. Solo su invito, dalle ore 13 alle ore 15 di domenica 6 marzo e lunedì 7 marzo, Gianluca Fusto e Andrea Maschio racconteranno queste singolari praline molto diverse tra loro. 

La Bianca è leggera, fluida e fresca mentre la Oro densa e aromatica e le Nere molto intense, con sentori di bosco. Sempre lunedì 7 dalle ore 16 alle ore 18 ci saranno in stand i ragazzi di Noi di Sala che offriranno cocktail studiati per Prime Uve.
 

I Gavi, il Piceno e le carte dei vini

    

Gentile Andrea Radic
Mi ricordo che la sera di martedì 25 gennaio 2005, finita l’ultima delle 18 lezioni in cui si articolava la prima edizione di Identità Golose, passai stand per stand per salutare e ringraziare gli espositori. Il congresso si teneva al Palazzo della Borsa in Piazza Affari, in 1500 metri quadrati suddivisi in due piani, 750 sopra e altrettanti sotto. Già l’anno seguente impiegai più tempo a completare il giro. Poi divenne pressoché impossibile tale il numero di stand, tanto che al quarto anno Claudio Ceroni e io decidemmo di trasferirci dove siamo tuttora, al MiCo, il centro congressi di via Gattamelata.

Tutto questo mi è tornato alla mente in questi giorni, al momento di preparare le newsletter che raccontano sponsor ed espositori, questa quella dedicata al vino che darà nobiltà a Identità 2016, tante uscite, specchio di un’area espositiva sempre più importante e ricca di spunti. Penso sarà particolarmente bello e interessante girarla in lungo e in largo da domani a martedì. Buone Identità a tutti.

Paolo Marchi
Testi di Cinzia Benzi
 

The Wine Hunter Merano Wine Award

Helmuth Köcher, in qualità di Wine Hunter, sarà all’interno d’Identità Milano con un’area dedicata a vini e liquori: oltre 90 aziende vitivinicole che hanno ottenuto la prestigiosa Merano Award Selection, la più grande area dedicata al vino e liquori. 

Il 7 e 8 marzo, all’interno della Scuola di Identità Golose, si terranno due masterclass guidate da Köcher e dedicate alle bollicine della Trento Doc e della Dop Tullum Feudo Antico, prima Dop territoriale d’ Abruzzo. Le degustazioni sono gratuite previa iscrizione al sito della Scuola. 
 

Gruppo Italiano Vini, sostenitore della prima ora

Sostenitore di Identità Milano fin dalla prima edizione, il Gruppo Italiano Vini sarà presente con Nino Negri e Monogram, grandi vini della Valtellina e Franciacorta. Imperdibile la degustazione allo stand di Sfursat 5 Stelle 2013, emblema dell’impegno e della dedizione profusi nella viticoltura di montagna. Giv-I Nobel premierà anche il Cuoco dell’Anno di Identità.

Novità assoluta l’ultimo nato di casa, Sciur, un vino Sostenibile Concreto Innovativo Unico Responsabile, un lavoro ideato e condotto dall’enologo Casimiro Maule, massimo esperto delle vigne valtellinesi. Monogram presenterà la bollicina Dosage Zero, uno spumante che si affina sui lieviti per circa 30 mesi con un profumo davvero accattivante.
 

Berlucchi, bollicine d'autore (e non solo)

Nella lounge bar Berlucchi, l’azienda storica della Franciacorta, nostro sostenitore da molti anni, presenta il nuovo Palazzo Lana Extrême Riserva. Le degustazioni quotidiane saranno con Berlucchi ’61 Brut, Satèn e Rosé e ogni giorno dalle 12,30 alle 14,30 ci sarà una vera trasformazione in uno spazio del gusto in cui sperimentare abbinamenti insoliti e provocatori. 

Domenica 6 marzo con “Seta e mare”: Berlucchi ’61 Satèn e alici di Cetara Mealitaly; lunedì 7 marzo con “Osare l’Extremo”, la nuova annata 2007 della Riserva Palazzo Lana Extrême, con gli assaggi di Chicco e Bobo Cerea del Ristorante Da Vittorio di Brusaporto (Bergamo). Martedì 8 marzo sarà la volta di “Un Cellario a Norcia”: Cellarius Brut 2011 e finger food al tartufo della Cucina San Pietro a Pettine.
 

Cecchi e Piccini, the best of Maremma

Per quest'edizione di Identità Milano la famiglia Cecchi porterà la Maremma in degustazione. Lo spazio si animerà per tutti e tre i giorni con assaggi dei vini dell’azienda agricola. Imperdibili le degustazioni di Val delle Rose Morellino di Scansano Docg 2014, Val delle Rose “Aurelio” Maremma Toscana Doc 2013 e il Val delle Rose “Litorale” Igt 2015 un bianco fresco che ricorda le brezze marine.

Assaggi di formaggi biologici dell’azienda Fratelli Pira di Ischia Castro (bassa Maremma) con le specialità di pecora e capra, rigorosamente da latte crudo. Nella pausa lavori invece ci sarà la cucina di Valeria Piccini del Ristorante Da Caino, due stelle Michelin, di Montemerano, un'apoteosi gastronomica della tradizione culinaria maremmana.
 

Maschio e la versatilità di Prime Uve

La distilleria Bonaventura Maschio continua il percorso di scoperta delle acqueviti d’uva in cucina. L’obiettivo è quello di continuare a dimostrare che le Prime Uve possono essere versatili come ingrediente e non solamente consumate in purezza. 

A Identità Milano il grande pasticcere Gianluca Fusto presenterà le nuove creazioni: tre sfere, chiamate Prime Lune, ottenute utilizzando come ingrediente Prime Uve Bianche, Oro e Nere. Solo su invito, dalle ore 13 alle ore 15 di domenica 6 marzo e lunedì 7 marzo, Gianluca Fusto e Andrea Maschio racconteranno queste singolari praline molto diverse tra loro. 

La Bianca è leggera, fluida e fresca mentre la Oro densa e aromatica e le Nere molto intense, con sentori di bosco. Sempre lunedì 7 dalle ore 16 alle ore 18 ci saranno in stand i ragazzi di Noi di Sala che offriranno cocktail studiati per Prime Uve.
 

I Gavi, il Piceno e le carte dei vini

La Raia, azienda di proprietà della famiglia Rossi Cairo, torna a Identità Milano nello spazio Dispensa con i suoi Gavi biodinamici, certificati Demeter, prodotti a Novi Ligure, nel cuore delle colline del Gavi. 

Uve Cortese interpretate con un Gavi Riserva 2013, il Cru Gavi Pisè 2012. Accanto a loro, l’azienda Tenuta Cucco, stessa famiglia, altro territorio piemontese: la Langa. Ecco le nuove annate di Barolo Cru Cerrati 2012, la Riserva Vigna Cucco 2010 e il Serralunga d’Alba 2012. Grande espressione nei calici di un territorio straordinario. 

Novità al Congresso 2016 è la presenza di 40 aziende del Consorzio Tutela Vini Piceni per far degustare Rosso Piceno e Rosso Piceno Superiore Doc oltre ai bianchi Offida Docg e Falerio Doc. Tutti i giorni, nello spazio del consorzio, a mezzogiorno e dalle 17 fino alla chiusura dei lavori, si abbineranno ai vini piceni le olive ascolane del produttore Bruno Albertini. Con il progetto Orgoglio Piceno, il consorzio sostiene la bontà dei suoi vini, specchio di un territorio marchigiano con numerose etichette davvero interessanti.


 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
vino-identità-golose
in evidenza
"Un film che rimarrà nella storia" Ennio , intervista al produttore

Esclusiva/ Parla Gianni Russo

"Un film che rimarrà nella storia"
Ennio, intervista al produttore

i più visti
in vetrina
Cristina d'Avena e i peccati di gola: "Sesso o cibo? Difficile scegliere"

Cristina d'Avena e i peccati di gola: "Sesso o cibo? Difficile scegliere"


casa, immobiliare
motori
Mobilize aiuta le aziende ad elettrificare la propria flotta

Mobilize aiuta le aziende ad elettrificare la propria flotta


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.