A- A+
Green
Yoko Ono

Nel segno del padre. Sean Lennon, orfano di John e molto attento ai temi ambientale, ha scritto una canzone contro il fracking, la nuova tecnica di estrazione di gas.

La campagna ha coinvolto 200 celebrità, tra cui Yoko Ono e Susan Sarandon e mira a fare pressione sul governatore Cuomo, chiamato a decidere se autorizzare il fracking nello Stato di New York. Il video della canzone è già un piccolo tormentone. Gioca sul gioco di parole, per nulla velato, secondo il quale l'estrazione di gas andrebbe contro ambiente e cittadini, "fottuti" (fuck) dalla nuova pratica, abbreviata in "frack" ("Don't frack my mother, don't frack me", recita il testo). Già da tempo molte star, tra le quali Lady Gaga e Robert De Niro, si sono impegnate nella campagna. Con il risultato di ritardare la decisione di Cuomo. Adesso scendono in campo anche il figlio e la compagna dell'autore di Imagine. 

Tags:
frackinggasestrazione
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema

Giornata Api, Lamborghini impegnata per la salvaguardia dell’ecosistema


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.