A- A+
Green
Fukushima, acque radioattive in mare: presto dovremo trovare un nuovo pianeta

Presto dovremo trovare un nuovo pianeta da inquinare

Avere rispetto per la natura dovrebbe essere spontaneo come per esempio non buttare le cicche di sigarette per terra o lanciare la spazzatura nel fosso oppure dare fuoco alle sterpaglie e così via.

LEGGI ANCHE: Pensioni e denatalità, un fondo speciale per accantonare parte del Pil

Gli insegnamenti ad essere buoni fruitori della terra in cui viviamo dovrebbero essere la prassi quotidiana, invece scopriamo che in alcune zone dell'Africa bruciano, a cielo aperto, centinaia di migliaia di pneumatici usati, mentre avviene la deforestazione dell'Amazzonia, polmone verde per la Terra, senza contare l'utilizzo dell'acqua per produrre materie che diventano inquinanti una volta sparse nel terreno oppure lo scarico di qualsiasi “fanghiglia” direttamente nei fiumi o nei canali, ecc. ecc.

L'ultima notizia è che il 24 agosto 2023 il Giappone si appresta a scaricare nell'oceano le acque inquinate del disastro nucleare del 2011 di Fukushima Dai-ichi. Non voglio sembrare bacchettone, ma la carta la butto nel cestino, faccio la raccolta differenziata, guido una autovettura a metano, uso prodotti ecologici per le pulizie il tutto perché mi è stato insegnato a rispettare la natura e l'uomo.

LEGGI ANCHE: Lavorare e produrre, vale il motto degli anni '70. Le opportunità ci sono

Dato che mi pare di avere un Q.I. superiore a 61 non ho più parole per definire la mia indignazione per tutto questo menefreghismo, quindi chiudo qui questo articolo. Vogliamo vivere i nostri anni al meglio? No problema continuiamo a fare quello che facciamo tutti i giorni e forse un domani troveremo un esopianeta sul quale abitare e tornare ad inquinare. Auguri a tutti noi!

Iscriviti alla newsletter
Tags:
ambientefukushima





in evidenza
"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"

Patrizia Groppelli a cuore aperto su Daniela e tradimenti

"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


motori
DS Automobiles: protagonista al Chantilly Arts & Élegance Richard Mille

DS Automobiles: protagonista al Chantilly Arts & Élegance Richard Mille

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.