A- A+
Green
Giappone, verso il rilascio dell'acqua radioattiva di Fukushima in mare

Giappone, il governo vuole rilasciare le acque radioattive di Fukushima in mare

Il governo giapponese ha deciso di rilasciare in mare l'acqua radioattiva trattata e accumulata nella centrale nucleare di Fukushima, rimasta gravemente danneggiata dopo il terremoto del marzo 2011, secondo quanto anticipa  l'agenzia nipponica Kyodo News, citando una fonte informata. Il via libera ufficiale potrebbe arrivare nella giornata di martedì 13 aprile, nonostante la contrarietà dell'industria della pesca, oltre ai residenti e dei rappresentanti dell' agricoltura locale.

Anche lo scorso anno un comitato governativo aveva raccomandato il rilascio dell'acqua trattata nell'oceano, ma l'industria della pesca e alcuni governi locali si erano opposti per il timore che poi i consumatori smettessero di mangiare i frutti di mare pescati nell'area.  Dopo la catastrofe del 2011, per raffreddare gli impianti danneggiati delle centrale, è necessario aggiungere ogni giorno ai serbatoi circa 140 tonnellate di acqua contaminata, nella quale è presente un isotopo radioattivo dell'idrogeno.

Secondo il gestore della Tokyo Electric Power (Tepco), nonostante nell'area dell'impianto siano già presenti più di 1.000 cisterne, entro l'estate prossima la capacità raggiungerà il limite massimo. Secondo Hiroshi Kajiyama, ministro del Commercio e dell'Industria, il governo "chiederà la cooperazione degli enti del settore a livello globale e dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea), oltre a discutere con le prefetture locali, per fornire un livello adeguato di sicurezza e garantire la trasparenza nel processo decisionale".

Anche il direttore dell'Aiea Rafael Grossi, durante una visita alla centrale nel febbraio dell'anno scorso, aveva dichiarato che il rilascio dell'acqua nell'Oceano Pacifico sarebbe in linea con gli standard internazionali dell'industria nucleare. Secondo le stime governative lo smantellamento della centrale, che comprende la rimozione dei detriti prodotti dal combustibile esausto, potrebbe durare fino al 2051.

 

Commenti
    Tags:
    giappone mare fukushimagiappone acqua radioattiva fukushimagiappone acqua radioattiva
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Il WWF lancia l'allarme leoni Popolazione crollata del 90%

    Green

    Il WWF lancia l'allarme leoni
    Popolazione crollata del 90%

    i più visti
    in vetrina
    Meteo choc, in arrivo fortti piogge con rischio nubifragi. Niente caldo

    Meteo choc, in arrivo fortti piogge con rischio nubifragi. Niente caldo


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Skoda Kodiaq, ordinabile in Italia

    Nuovo Skoda Kodiaq, ordinabile in Italia


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.