A- A+
Green
operai rinnovabili (2)

La Cina è la regina delle rinnovabili. Anche l'Italia ha un posto nella top ten, ma viene penalizzata dalle scarse infrastrutture. E' il quadro che emerge dall'indice di attrattività sugli investimenti redatto da Ernst & Young. Il gigante asiatico si conferma il Paese dove fare affari con le rinnovabili. Sul podio salgono Germania e Stati Uniti. Completano le prime posizioni India, Francia, Regno Unito, Giappone, Canada. L'Italia è nona. La conferma che il green, in Italia funziona, specie se confrontato con altri settori, dove la profittabilità dell'investimento in Italia è ben lontana dai primi 10 posti al mondo.

Tra eolico e solare, l'Italia si difende. A penalizzarla è in particolare un indice, quello legato alle infrastrutture, cui Ernst&Young assegna solo 44 punti. Un punteggio lontano anni luce da Cina e Germania (73 e 72) e molto distante anche da un competitor europe più abbordabile, come la Francia (59 punti). Per ritrovare un livello di infrastrutture paragonabile a quello italiano bisogna uscire dalla top ten e scorrere la classifica fino alla diciassettesima posizione, occupata dalla Spagna.

Lo studio di non si limita a stilare una graduatoria degli stati più business friendly, ma ipotizza gli scenari dei prossimi mesi. Innanzitutto Ernst&Young smorza gli allarmi sul calo degli incentivi alle energie rinnovabili. La flessione dei sussidi e le proteste contro le bollette troppo salate (su cui il costo di parte dei sussidi si scarica) avranno "un impatto limitato" sulla capacità di attrarre investimenti. Resta però il nodo delle infrastrutture, diventato "cruciale". Un monito rivolto a tutto il mondo (Cina e Germania compresi) ma che ben si attaglia alla situazione italiana. E per il 2013? Osservando i progetti varati lo scorso anno, c'è da guardare con interesse a Sudafrica, Marocco, Francia, India, Egitto e Argentina.

su twitter: @paolofiore
 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
investimentirinnovabilisolarecina
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
Nuovo Ranger, creato da Ford ma ideato dai suoi stessi clienti

Nuovo Ranger, creato da Ford ma ideato dai suoi stessi clienti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.