A- A+
Green
Prada: da Credit Agricole prestito da 50 milioni per la sostenibilità

Prada ha sottoscritto un prestito da 50 milioni legato a tematiche di sostenibilita' con Crédit Agricole. L'operazione, che rappresenta una prima volta per un'azienda del lusso e il gruppo francese, "introduce un meccanismo premiante che consente di collegare il raggiungimento di obiettivi ambiziosi in materia di sostenibilita' a un aggiustamento annuale del margine". La sostenibilita' "e' un elemento chiave per lo sviluppo di Prada, sempre piu' integrata nella nostra strategia. Siamo certi che questa collaborazione con Cre'dit Agricole, tra i leader del settore, aiutera' a estendere i benefici di una gestione di impresa responsabile anche al mondo finanziario", ha commentato la cfo del gruppo della moda, Alessandra Cozzani. "Il settore del lusso e' sempre piu' impegnato nel conseguimento di uno sviluppo sostenibile. Sono molto orgoglioso di questa collaborazione, che conferma gli sforzi attuati da Prada per intraprendere e coltivare comportamenti virtuosi in grado di contribuire a una crescita responsabile", ha aggiunto Alberto Bezzi, Senior Banker in Cre'dit Agricole Corporate and Investment Bank. Il finanziamento ha durata quinquennale e vale 50 milioni di euro con un tasso di interesse che puo' essere ridotto in funzione del raggiungimento di obiettivi relativi al numero di punti vendita con certificazioni LEED Gold o Platinum, al numero di ore di formazione per i dipendenti e all'uso di Prada Re-Nylon (nylon rigenerato) per la propria produzione. 

Commenti
    Tags:
    pradacredit agricoleprada finanziamento sostenibilità
    Loading...
    in evidenza
    Wanda Nara, giungla "bollente" Foto che lasciano a bocca aperta

    Lady Icardi da sogno

    Wanda Nara, giungla "bollente"
    Foto che lasciano a bocca aperta

    i più visti
    in vetrina
    Belen: "Sono sparita dai social, è vero, ma c'è un motivo: sono gelosa"

    Belen: "Sono sparita dai social, è vero, ma c'è un motivo: sono gelosa"


    casa, immobiliare
    motori
    Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up

    Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.