A- A+
Lavoro
2015: per i giovani under 30 contratti stabili al 76%
logo fondazione studi
 

Il Jobs Act ha prodotto nel 2015 un aumento del 62% dei contratti stabili e per i giovani con meno di 30anni questa percentuale sale al 76%.

E’ quanto emerge dal rapporto annuale Inps, pubblicato il 7 luglio 2016 e presentato a Montecitorio alla presenza del Ministro Poletti, che ha messo in luce alcuni aspetti dell’attuale mercato del lavoro. Dati positivi per la ripresa dell’occupazione quelli registrati durante lo scorso anno, nonostante i forti disagi sociali – così come sottolineato dal Presidente Inps, Tito Boeri – prodotti dalla Legge Fornero che “ha reso più difficile l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro, contribuendo ad aumentare la disoccupazione giovanile”. Il 2015 è stato caratterizzato da un forte incremento nella quota di assunzioni con contratti a tempo indeterminato, aumentato di più di mezzo milione nel 2015,  a discapito dei contratti a tempo determinato.

Dai dati  emerge, inoltre, che poco meno della metà (43%) dei contratti attivati con l’esonero contributivo  sono  stabilizzazioni di lavoratori all’interno della medesima impresa presso la quale già erano occupati con altre forme contrattuali, mentre nel 57% dei casi riguardano assunzioni di lavoratori esterni all’impresa. Inoltre, l80% dei contratti attivati con l’esonero risulta realizzato da imprese nuove o comunque in crescita.  A giocare un forte ruolo nella stabilizzazione anche le nuove norme sul lavoro, con la progressiva applicazione dei contratti a tutele crescenti a tutti i lavoratori con contratti a tempo indeterminato. Lo si vede se si considerano i dati delle assunzioni con contratti a tempo indeterminato nelle imprese tra i 15 e i 19 dipendenti (dove il contratto a tutele crescenti ha modificato profondamente il regime dei licenziamenti), cresciute del 51%.

Il 2015 è stato l’anno di entrata a regime dei sussidi di disoccupazione come la Naspi. Più di 1,5 milioni di persone  hanno fruito di questo trattamento. Il passaggio da Aspi a Naspi ha allungato la durata media teorica delle prestazioni dei sussidi di disoccupazione di oltre tre mesi, passando da 7,1 a 10,5. Dal rapporto emerge poi come poco meno di sei milioni di pensionati Inps hanno un assegno mensile inferiore a mille euro. Tra gli oltre 15,7 milioni di pensionati, il 10,8% (1,7 milioni) percepisce meno di 500 euro e il 27,2% (4,3 milioni) tra 500 e mille euro. Mentre poco più di 1 milione di pensionati ha un assegno mensile da 3mila euro in su (il 6,5%). Su tale aspetto il Presidente Boeri ha poi evidenziato come nel 2015 la spesa pensionistica complessiva sia aumentata di oltre 4 miliardi di euro a fronte di una crescita delle entrate contributive dell'1,54%. In particolare la spesa per pensioni della gestione privata è cresciuta del 2,20%, quella della gestione pubblica del 3,77%.

Tags:
museiesercizi pubblici
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
Opel Astra GSe: l’Astra più sportiva è ibrida plug-in

Opel Astra GSe: l’Astra più sportiva è ibrida plug-in

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.