A- A+
Lavoro
Nessuna deroga per CIGS e contratti solidarietà dopo il 23.9
logo fondazione studi
 

Il Ministero del Lavoro con la circolare n.30 del 9 novembre 2015 fornisce ulteriori precisazioni in merito al campo di applicazione degli ammortizzatori sociali, così come previsto dal decreto n.148/2015 del Jobs Act, alla causale d'intervento in caso di crisi aziendale, con particolare riferimento alla cessazione d’attività, e alle modalità di presentazione delle istanze di proroga dei trattamenti di CIGS per ristrutturazione, riorganizzazione e contratti di solidarietà. Il Ministero chiarisce che alle domande di proroga per trattamenti legati a programmi di riorganizzazione e conversione aziendale già presentati alla data di entrata in vigore del decreto (entro il 23 settembre 2015), si applicano le regole previste dalla normativa precedente, comprese quelle relative al procedimento amministrativo, alla contribuzione addizionale e al trattamento di fine rapporto.

"Resta fermo - precisa il Ministero - che alle domande riferite al primo anno di riorganizzazione e ristrutturazione o dei contratti di solidarietà presentate dopo il 23 settembre, si applica la nuova normativa di cui al Dlgs 148/2015, sebbene l'accordo sia stato sottoscritto e l'inizio della sospensione avvenga in data precedente al 24 settembre".

Tags:
museiesercizi pubblici
in evidenza
Il trauma di Romina Carrisi "Ho lavorato negli strip club"

Dolorosa esperienza negli USA

Il trauma di Romina Carrisi
"Ho lavorato negli strip club"

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena


casa, immobiliare
motori
Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen

Taigo: il primo SUV coupé di Volkswagen


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.