A- A+
Lavoro
Permessi per studio ai lavoratori
logo fondazione studi
 

Per garantire al lavoratore dipendente, sia pubblico che privato, l’esercizio del diritto allo studio, la legge e i Contratti collettivi hanno previsto che essi possano usufruire di permessi o di particolari agevolazioni per la realizzazione del diritto allo studio, allo scopo di elevare la propria cultura e di sviluppare le proprie capacità professionali.

Infatti, la norma dispone che i lavoratori iscritti e frequentanti regolari corsi di istruzione primaria, secondaria e di qualificazione professionale, hanno diritto ad essere inseriti in turni di lavoro che agevolino la frequenza ai corsi e la preparazione agli esami; inoltre, questi lavoratori non sono obbligati a prestare lavoro straordinario o durante i riposi settimanali; infine, i lavoratori studenti, compresi quelli universitari, possono fruire di permessi giornalieri retribuiti per sostenere gli esami.

L’ammontare dei permessi studio viene stabilita dai singoli contratti collettivi nazionali, ma è prassi abbastanza consolidata quella di concedere 150 ore di permesso in un determinato periodo di tempo, di solito un triennio.

Le 150 ore possono essere concesso ai dipendenti con un rapporto di lavoro a tempo parziale verticale con regola della proporzionalità, per le diverse tipologie di assenza; nel caso di rapporto di lavoro a tempo parziale di tipo orizzontale, trova ugualmente applicazione la regola del riproporzionamento.

Il lavoratore che chiede di assentarsi con permessi retribuiti ai sensi del presente articolo deve specificare il corso di studio al quale intende partecipare che deve comportare l’effettiva frequenza. A tal fine il lavoratore interessato deve presentare la domanda scritta all’azienda nei termini e con le modalità che saranno concordate con il datore di lavoro.

Il lavoratore può usufruire del permesso anche quando non vi sia una coincidenza di orari che porti ad un’assenza per tutta la giornata. Nei casi in cui sia necessario al lavoratore recarsi in località distanti il permesso può estendersi sino a coprire i tempi del viaggio. Per certificare la presenza all’esame, basta un qualunque attestato che indichi intestazione della sede universitaria o dell’istituto, giorno della prova, esito della prova, timbro o firma del professore o dell’amministrazione universitaria. Tutte le informazioni sono reperibili presso i Consulenti del lavoro.

Tags:
museiesercizi pubblici
in evidenza
Diletta Leotta sotto l'ombrellone la temperatura è bollente, le sue curve sono mozzafiato

Vacanze in Sardegna, insieme alla mamma

Diletta Leotta sotto l'ombrellone la temperatura è bollente, le sue curve sono mozzafiato

i più visti
in vetrina
Caldo record e rincari Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari
Condizionatori, come scegliere i migliori: i consigli per risparmiare


casa, immobiliare
motori
Renault apre i preordini online di Nuovo Austral

Renault apre i preordini online di Nuovo Austral


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.