A- A+
Libri & Editori
La Stagione del Raccolto, cinema come strumento per comprendere la vecchiaia

Invecchiare bene con il cinema, continuando a sperimentare, crescere e raccogliere. Un’intuizione nata nel 2004 all’interno di un piccolo cinema cittadino a Trieste, dove si è condotta una rassegna cinematografica dal titolo "La Stagione del Raccolto", la maturità della vita nel cinema e dalla cui esperienza è nato nel 2021 il libro omonimo, edito da Dapero.

Gli autori Mauro Cauzer, Francesco Mosetti d’Henry e Alan Viezzoli capiscono, con gli anni di rassegna, di avere creato uno strumento potentissimo per portare avanti un dibattito su come invecchiare bene e su come dare all’espressione, oggi molto in voga, di invecchiamento attivo un significato diverso dalla semplice e falsa eterna giovinezza.

prima di copertina
 

La copertina de "La Stagione del Raccolto
Il cinema come strumento per comprendere la vecchiaia"
di M. Cauzer, F. Mosetti D’Henry, A. Viezzoli
Editrice Dapero 2021
ISBN 9788832254112 Pagine 224 (20 euro)

Decidono così di trasformare l’esperienza in lettura e di farla arrivare anche a chi non ha goduto in presenza della rassegna, presentando il cinema come vera e propria palestra emozionale che, con l’attivazione dei neuroni a specchio, consente un’immersione a 360° in personaggi e situazioni volta a stimolare processi di auto-consapevolezza e il sorgere di nuove sensibilità verso la senilità.

Il testo diventa di per sé un’esperienza ludica, di apprendimento e di formazione per esplorare la vecchiaia nelle sue caratteristiche e nelle sue risorse poco note, fino a scoprirla come una fase di vita piena, seppur con bisogni diversi, dove si può ancora esercitare libertà e avere margini di crescita e di maturazione del sé.

editrice da pero libri riviste la stagione del raccolto
 

Una stagione di semina dunque, ancor prima che di raccolta a cui possiamo giungere se cambiamo sguardo sulla vecchiaia e se ci dotiamo di un atteggiamento di prevenzione, con stili di vita volti al benessere psico-fisico e al fronteggiamento attivo delle difficoltà inevitabilmente connesse alla senilità.

Gli autori non risparmiano un atteggiamento critico su alcune rappresentazioni autoriali dove si ritrae una vecchiaia stereotipata o si mette in scena una visione pregiudiziale di questa, al fine di far sviluppare una visione più realistica e meno edulcorata, ma comunque valorizzante dell’anziano.

Degna di nota è anche l’esperienza letteraria: ogni film è presentato sulla base di uno specchietto che mette in rilievo i temi affrontati – dal pensionamento, alla vedovanza, alla solitudine, al vivere malattie degenerative, ai rapporti relazionali – ed è seguito da una recensione e da un commento che permettono una lettura senza vincolo di consequenzialità e condotta sulla base della propria ispirazione.

CLICCA QUI PER LEGGERE LA SCHEDA E L'INDICE DEL LIBRO

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    alan viezzolianzianiariscinemaeconomia d'argentoeditrice daperofrancesco mosetti d'henryinvecchiamento attivolibrimauro cauzervecchiaia
    in evidenza
    BEI, in Italia 122 operazioni per 13,5 miliardi

    Scatti d'Affari

    BEI, in Italia 122 operazioni per 13,5 miliardi

    i più visti
    in vetrina
    Carolina Stramare, la nuova fiamma di Vlahovic. FOTO

    Carolina Stramare, la nuova fiamma di Vlahovic. FOTO


    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Dacia Jogger, la station wagon con un look da crossover

    Nuovo Dacia Jogger, la station wagon con un look da crossover


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.