A- A+
Libri & Editori
Thomas Hardy, il malinconico romanziere della natura

Due sulla torre

È l’ultimo uscito della serie, ad aprile del 2021, molto atteso da coloro che stanno collezionando i titoli di Thomas Hardy nelle edizioni Fazi. In copertina una giovane con un elegante abito giallo guarda rapita un ragazzo che ci volge le spalle ed entrambi si trovano all’ingresso di una struttura antica: lei è Viviette Constantine, sposa abbandonata dal marito troppo presto, colta nell’attimo in cui si sta innamorando di Swithin St. Cleeve, un astronomo che trascorre le proprie giornate in cima a una torre studiando le stelle. Non ci sarebbe nulla di male, se non fosse per il fatto che lui conta ben nove anni meno di lei, aspetto oggi alquanto irrilevante (fino a un certo punto…), ma all’epoca considerato scandaloso; ancor più se la dama in questione non era né nubile né vedova, ma soltanto lasciata sola con sé stessa.

Ed ecco che torna allora il fantasma del destino avverso, in un susseguirsi di passioni in corsa verso la rovina, con barlumi di felicità appena assaporati. Non c’è bisogno di dire che la società puritana del tempo si mostrò alquanto indignata di fronte a un romanzo tanto esplicito nei temi e sconveniente nell’etichetta, non risparmiandogli le critiche mentre – senza farne parola con nessuno – si dirigeva nelle librerie ad acquistarne una copia, facendolo quindi salire nelle classifiche di vendita. Oggi che la censura non esiste più e forse possiamo godere di una mentalità un po’ aperta, Due sulla torre è stato inserito all’unanimità tra i capolavori di Thomas Hardy; è anche uno dei suoi libri più intensi e intriganti, pieno di sentimenti accesi, matrimoni segreti, presunte morti, gravidanze e adulteri, ovvero tutti quegli elementi che senza dubbio ce lo faranno amare alla follia.

Due occhi azzurri

Fu questo il primo romanzo che Thomas Hardy pubblicò a suo nome e subito ottenne un ottimo riscontro dal pubblico. Non solo: la scrittrice Virginia Woolf disse di lui che “è innegabile l’abilità di Hardy – l’abilità del vero romanziere – di farci credere che i suoi personaggi siano persone come noi, guidate dalle proprie passioni e idiosincrasie; al contempo – e questo è il dono del poeta – in loro vi è un qualcosa di simbolico che ci accomuna tutti”. In quel periodo Hardy era più proiettato alla narrativa che alla poesia – in cui si rifugerà dopo l’insuccesso di Jude l’oscuro – eppure Virginia già coglie il tocco del poeta nelle pagine che legge.

Protagonista della storia è la bella Elfride, una donna a cui è affidato il compito di rappresentare proprio quel concetto di insoddisfazione, ricerca di potere, volubilità e distacco dalle origini che abbiamo visto essere al centro della narrativa di Hardy. Due saranno gli uomini che farà soffrire, cercando di elevarsi dalla propria posizione di umile figlia di un mediocre pastore, ma non dimentichiamoci che per l’autore chiunque si macchi del peccato di vanagloria avrà un caro prezzo da pagare…

Due sulla torre e Due occhi azzurri
 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    thomas hardyfazi editorelibri
    in evidenza
    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    Corporate - Il giornale delle imprese

    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    i più visti
    in vetrina
    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


    casa, immobiliare
    motori
    Toyota BZ4X, il primo veicolo elettrico a batteria (BEV)

    Toyota BZ4X, il primo veicolo elettrico a batteria (BEV)


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.