A- A+
Marketing
Axel Springer protegge la pubblicità: niente accesso agli AdBlock

E' una delle partite più importanti di questi e dei prossimi mesi: da una parte gli editori e dall'altra parte gli AdBlock, i software che fermano la pubblicità, riducendo click, visualizzazione e (di conseguenza) guadagni.

Il primo grande editore a strappare è Axel Springer: non avranno accesso al sito del suo Bild i lettori che utilizzano AdBlock. Un bel rischio, che però in molti dovranno decidere di correre.

Il sito web chiederà agli utenti di disattivare gli AdBlock. Se la risposta sarà negativa, ci saranno due opzioni: abbandonare il sito o pagare un canone mensile di 2,99 euro.

“Chi non disattiva gli adblocker o non paga non può vedere alcun contenuto di Bild.de da ora in poi”, ha detto l’editore in un comunicato.

Maniere forti per un problema enorme. Sono circa 200 milioni gli utenti che hanno utilizzato gli AdBlock nel 2014, con una crescita del 40% rispetto all'anno precedente. La perdita per gli editori è notevole: 22 miliardi di dollari.

Tags:
axel springeredtoriaadblockbild
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

i più visti
motori
Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia

Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.