A- A+
Marketing
Ceres batte Rolex: contro i black bloc con i ironia

C'è un'azienda, Rolex, che compra la pagina di un giornale per dissociarsi dai black bloc. E si rivolge al governo. E un'altra, Ceres, che gioca sull'ironia. Stravincendo sui social. Perché Twitter non ha gradito la scelta di Rolex. E' definita "paludata", "vecchia comunicazion". Fino a diventare "un autogol" del marketing. Perché la mente è corsa subito a quell'orologio regalato al figlio di Maurizio Lupi e che ha portato alle dimissioni dell'allora ministro.  

Insomma, comprare una pagina e parlare a Renzi e Alfano, colpevoli di aver fatto notare che uno dei manifestanti indossava un Rolex mentre imbrattava vetrine, è stata una mossa poco gradita al pubblico (che forse non era neppure il target di riferimento). "Dalla qualità delle foto e dei video che sono stati diffusi dai media  -  si legge nella lettera  -  è altamente improbabile poter desumere un'affidabile identificazione come Rolex (e ancor di più come Rolex autentico) dell'orologio indossato dai facinorosi. Purtroppo l'eco delle Vostre parole è stata straordinariamente vasta e ha prodotto l'inaccettabile affiancamento dell'immagine di Rolex alla devastazione di Milano e all'universo della violenza eversiva". 

Da una parte la lettera, dal'altra nuove strategie alternative. Ironiche, socia (e a costi più contenuti). Sono quelli messi in campo da Ceres. Il marchiosi è ritrovata al centro degli scontri: alcuni manifestanti hanno usato bottiglie di birra per colpire la polizia. La risposta è un altro mondo rispetto a Rolex. Basta una foto e due simboli. 

 

ceres
 

 

Tags:
rolexceresmarketingcomunicazionenoexpoblack bloc
in vetrina
Europei: le "Wags" degli Azzurri: qual è la più bella?

Europei: le "Wags" degli Azzurri: qual è la più bella?

i più visti
motori
Alfa Romeo: Räikkönen certifica la “Giulia GTA”

Alfa Romeo: Räikkönen certifica la “Giulia GTA”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.