A- A+
Marketing
Lo spazio pubblicitario è da record: Google paga 2,5 milioni al mese

Immaginate uno schermo alto otto piani e lungo quanto un campo da calcio. E' l'imponente spazio pubblicitario che sta per accendersi a Times Square. Uno spazio che ha già il suo primo inserzionista: si tratta di Google. D'altra parte il prezzo di vendita non era per tutti. Non ci sono certezze sulla cifra ma, secondo alcune indiscrezioni, Big G potrebbe pagare alla Clear Channel Outdoor fino a 2,5 milioni di dollari al mese.

Brin e Page avrebbero affittato il mega-schermo dal 24 novembre all'inizio del 2015. Un modo per intercettare i 300 mila visitatori della più famosa piazza di New York e la mondovisione del capodanno di Manhattan, che prorpio a Times Square ha il proprio centro nevralgico.

Lo schermo si estende per un intero isolato, tra la 45th e la 46th strada. L'idea è arrivata per emergere dal groviglio di luci della piazza, che rischia di inghiottire anche il più sfarzoso degli annunci pubblicitari. Un rischio che il display di certo non corre. E non solo per la sua grandezza: la definizione pare essere più alta rispetto ai televisori in commercio e promette di sbalordire i passanti. Anche grazie alle immagini che dovrebbero scorrere sullo schermo: i video artistici di Universal Everything.  

Iscriviti alla newsletter
Tags:
googletime squareadv
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

i più visti
motori
Toyota presenta la nuova Corolla Cross

Toyota presenta la nuova Corolla Cross


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.