A- A+
Marketing
Italo, sconti per il Family Day. La promozione è un boomerang social

Che pasticcio Italo. La compagnia ha offerto sconti ai partecipanti del Family Day, in programma il 30 gennaio. Biglietti più convenienti per chi inserisca il codice “FAMILY30″. Al di là del merito della questione, la scelta (e la sua gestione) si sono rivelate un boomerang.

La notizia degli sconti è stata accompagnata da centinaia di commenti di protesta. Se si sceglie la strada social per comunicare (come fa Italo), è giusto intervenire. Ma la risposta non ha fatto altro che peggiorare la situazione. Italo ha scritto sulla sua pagina Facebook questo post:

Ciao a tutti, ci tenevamo a comunicare a tutti voi che Italo ha un sistema commerciale in base al quale offre convenzioni a chiunque le chiede e che può garantire una certa mole di traffico. Tutte alle stesse condizioni . Ne facciamo ogni giorno e con ogni tipo di organizzazione e associazione in occasione di eventi musicali, sportivi e sociali, senza fare scelte nè ideologiche nè di appartenenza, ma nel solo e ovvio rispetto della legge. Italo è un'azienda sul mercato e queste convenzioni sono spesso per noi anche uno strumento commerciale molto utile e redditizio per i conti aziendali. Evitiamo basse dietrologie politiche su una scelta puramente commerciale.

Ancora una volta, non è in discussione il merito della questione. Le scelte commerciali sono scelte commerciali. Ma i privati devono avere anche la forza di reagire (se necessario) in modo composto. Peccato che non sia stato così. Le polemiche continuano. E Italo pubblica un secondo post.

Ragazzi, non ci stiamo a farci mettere nell'angolo da chi vuole strumentalizzare ogni cosa. Ci hanno chiesto una...

Pubblicato da Italo Treno su Domenica 24 gennaio 2016

Un post irritato, che chiama gli utenti “ragazzi”e abbandona la strada dell'opportunità commerciale per dichiarare l'apertura alle minoranze. E giù altre polemiche.

Alla fine sono arrivate le scuese, sempre via Facebook.

Ciao a tutti,
oggi vogliamo scusarci con chi, nei giorni scorsi, si è sentito offeso o discriminato dal nostro operato e dalle nostre parole.
Abbiamo cercato di spiegare che dietro a un'iniziativa aziendale dettata da logiche puramente commerciali, non c'è in realtà alcuna presa di posizione: Italo offre una serie di convenzioni a chi le richiede, senza che questo implichi in alcun modo una scelta a favore del Family Day (nell'estate del 2014 abbiamo creato una convenzione chiamata PRIDE10 dedicata al Gay Village di Padova: http://www.gay.it/gallery/italo-sconto-padova-pride-village).
Al di là di tutto, è importante farvi sapere che abbiamo ascoltato le vostre voci di dissenso e che siamo profondamente dispiaciuti per avere urtato la vostra sensibilità su un argomento così importante e sentito: facendo tesoro dei nostri errori, continueremo a impegnarci per costruire un dialogo costruttivo, nel rispetto di tutti.

Tags:
italofamily daysocial network
in vetrina
Scatti d'Affari Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli

Scatti d'Affari
Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli

i più visti
motori
Volkswagen ID. Buzz e ID. Buzz Cargo: il Bulli del XXI Secolo in chiave green

Volkswagen ID. Buzz e ID. Buzz Cargo: il Bulli del XXI Secolo in chiave green


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.