A- A+
MediaTech
Ascolti tv, Giletti e trattativa Stato-mafia: le anticipazioni

Ascolti tv, Abbattiamoli - Chi ha voluto le stragi di Cosa nostra?, lo speciale sulla mafia di Massimo Giletti, scritto con Sandra Amurri e Emanuela Imparato

Un viaggio tutto in esterna di Giletti che parte dal Cretto di Alberto Burri, una delle più importanti opere di arte contemporanea del nostro Paese, creato sulle macerie della vecchia città di Gibellina distrutta dal terremoto del Belice nel ’68. Un monumento alla memoria, che testimonia come un terremoto può cancellare un Paese ma non la sua storia. E la sua verità.
 
Per questo motivo il Cretto è stato scelto dal giornalista come set simbolico del suo speciale sulla mafia. Un racconto con cui Giletti - tornando alle origini del mestiere di inviato - cercherà di rintracciare il filo di quella verità smarrita relativo alla ormai famosa Trattativa tra lo Stato e pezzi deviati delle istituzioni. Una verità che, ancora oggi, nonostante siano trascorsi quasi trent’anni e le sentenze abbiano ricostruito le dinamiche delle stragi e condannato gli esecutori materiali - mettendo per la prima volta alla sbarra uno di fianco all’altro uomini mafiosi e uomini di Stato - attende di essere scritta compiutamente.

Con testimonianze, rivelazioni e la scoperta di luoghi e personaggi, Giletti con lo speciale Abbattiamoli - Chi ha voluto le stragi di Cosa nostra?, in onda domani 10 giugno alle 21.20 su LA7 scatterà una nuova fotografia del cosiddetto “patto scellerato”, raccontando la storia delle stragi del ’93 e della Trattativa Stato-Mafia da una prospettiva inedita.

Commenti
    Tags:
    ascolti tvmassimo gilettila7mafia
    in evidenza
    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    verso un mondo più sostenibile

    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    i più visti
    in vetrina
    Sky Calcio, tagliato il costo dell'abbonamento. E il pacchetto Sky Sport...

    Sky Calcio, tagliato il costo dell'abbonamento. E il pacchetto Sky Sport...


    casa, immobiliare
    motori
    Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in

    Ferrari 296 GTB: la prima berlinetta ibrida plug-in


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.