A- A+
MediaTech
Ascolti Tv: Su Canale 5 Adriano attinge dalle Teche Rai... ma scorda il logo
Adriano Celentano e Ligabue, Francamente me ne infischio (Rai1, 1999)

Il Molleggiato nazionale è tornato con il suo show Adrian che recupera la "o" finale, a segnalare che questa volta ci sarà anche lui, Adriano in carne e ossa, per scongiurare un nuovo flop dopo quello che lo vide protagonista nell'Inverno scorso e che impose la chiusura anticipata del programma.

Per il suo grande ritorno su Canale 5, sbandierato anche - inopportunamente - da Fiorello su Rai1 durante Viva RaiPlay, l'ex ragazzo della Via Gluck ha invitato sul palco il Gotha della televisione italiana del momento, Carlo Conti, Gerry Scotti, Paolo Bonolis, Piero Chiambretti e Massimo Giletti, discettando assieme a loro di pregi e difetti della Tv attuale, per poi duettare con Ligabue come fece nel 1999 a Francamente me ne infischio su Rai1 e nel 2005 a RockPolitik andato in onda sempre sulla Prima Rete Rai. Quando, insomma, Adriano faceva non tanto la Greta Thunberg quanto invece il grillino ante litteram spianando poi la strada all'amico Beppe e al suo movimento ora al Governo e molto meno rock rispetto alle origini, oltre che - per giunta - alle prese con la Real Politik (non solo ambientale) relativa alla questione Ilva.

Ma bando alle disquisizioni politico-istituzionali, ieri sera in prime time sull'Ammiraglia Mediaset, per introdurre il duetto tra Liga e Adriano, è andato in onda un lungo filmato di repertorio che li vedeva assieme nel 1999, tratto proprio da Francamente me ne infischio, ma con il logo di Rai1 cancellato. In pochi sanno che - come molti suoi colleghi - Celentano ha diritto di proprietà sulla stragrande maggioranza dei filmati delle sue partecipazioni Rai (dalle più datate alle più recenti). Materiale cosiddetto "vincolato" che crea non pochi problemi - per esempio - ai responsabili di Techetechetè, impossibilitati a trasmettere - malgrado facciano parte del patrimonio delle Teche Rai - tali registrazioni di repertorio senza il permesso degli interessati. 

A parte tali questioni tecniche, che spiegano come mai tanti momenti televisivi non vengano mai riproposti dal programma antologico cult della Rai o dai suoi numerosi emuli, la cancellazione del logo di Rai1 dal filmato di Francamente me ne infischio ci è parsa un gesto non esattamente di classe da parte dell'artista (che deve moltissimo a Viale Mazzini e in particolar modo alla sua Ammiraglia), mitigato solo in parte dall'ospitata di un volto della Prima Rete come Carlo Conti. (Pensando male si potrebbe ipotizzare che quest'ultimo sia stato invitato soprattutto per questo, ma tant'è.) I minuti di Francamente me ne infischio (programma prodotto per la Rai da Bibi Ballandi nel 1999), trasmessi ieri sera senza logo, furono comunque profumatamente pagati a Celentano all'epoca, e ieri sera su Canale 5 egli ha utilizzato quegli stessi minuti ora, di nuovo, profumatamente pagati anche da Mediaset

Cosa ne pensano i vertici Rai e cosa ne pensa la responsabile delle Teche Rai Maria Pia Ammirati, ora gettonatissima per una direzione o superdirezione, nel vedere su Canale 5 in prima serata, lunghi brani tratti dal patrimonio del Servizio Pubblico con il logo Rai opportunamente cancellato? Intanto, il ritorno di Celentano sul palco ha radunato 3.869.000 spettatori (15.41% di share) mentre la serie Adrian si è fermata a 1.859.000 spettatori (10.44%). Malgrado finanche il lancio di Fiorello, non esattamente un successone.

Tags:
ascolti tvauditelascolti ieriascolti ieri seragiovedì 7 novembre 2019adrianoadrianadriano celentanoascolti tv google news adriano celentanoascolti tv auditel giovedì 7 novembre 2019 google newscarlo contitale e quale showgerry scotticaduta liberamassimo gilettinon è l'arenapiero chiambrettipaolo bonolisciao darwinmadre natura ciao darwintechetechetèmaria pia ammiratimaria pia ammirati direttrice teche raifiorelloviva raiplay





in evidenza
Il grande salto compiuto da Zara: dal fast fashion al mondo del lusso

Boutique eleganti, collaborazioni costose e... L'analisi

Il grande salto compiuto da Zara: dal fast fashion al mondo del lusso


in vetrina
Matilde Gioli dimentica l'ex Marcucci: l'attrice ha trovato un nuovo amore

Matilde Gioli dimentica l'ex Marcucci: l'attrice ha trovato un nuovo amore


motori
CUPRA oltre l’automotive, nasce la partnership con la 37a Louis Vuitton America’s Cup

CUPRA oltre l’automotive, nasce la partnership con la 37a Louis Vuitton America’s Cup

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.