A- A+
MediaTech

Sono ben due milioni gli italiani ‘renitenti’ alla tv. Rispetto al 2012 sono aumentati di quasi 800.000 unità, vale a dire del +63%. Lo rivela una ricerca dell’agenzia di comunicazione di impresa Klaus Davi & Co. insieme col centro media OmnicomMediaGroup. Si incrementa anche sensibilmente il dato percentuale sulla popolazione che è passato dal 2.1% al 3.4%. Sempre secondo questa ricerca, le famiglie senza tv sono 1.010.000 contro le 657.000 del 2012: rispetto a cinque anni fa sono aumentate quindi del 53.7%, incrementando anche il tasso sulla popolazione dal 2.6% al 4.1%. Spiegano i ricercatori Klaus Davi ed Anthony Cardamone: “Aumenta visibilmente la quota di chi dice no al piccolo schermo e le motivazioni possono essere diverse: ci sono più single senza tv che famiglie numerose. Infatti, non è un fenomeno dato dalla povertà (una tv costa poco) ma più che altro una scelta.

Senza TV oggi sono il 5,4% dei 35-44enni e solo il 1% degli over 65”. La ricerca ha reso noti anche i dati di ottobre, confronto tra 2017 e 2016. Rispetto allo scorso anno si registra un lieve calo delle generaliste RAI (-1.2% di share) mentre Mediaset tiene, stabile nel giorno completo (-0.1 share) e in salita nel prime time (+1.1%). Nel dettaglio, Rai1 guadagna +0.6% di share nel prime time, mentre Rai2 e Rai3 tengono col -0.6% nel giorno totale. In casa “biscione”, bene Canale 5 e Italia 1, che guadagnano rispettivamente +1.0% e +0.4% di share nel prime time, mentre è sostanzialmente stabile Rete 4, con un -0.2% di share nell’arco della giornata. In linea anche La7, che si attesta sul -0.6% nel totale giorno.

Stabile l’informazione, che vede la ripresa Studio Aperto delle 18.30 e TG4 delle 19, rispettivamente col guadagno di un punto percentuale di share e dello 0,6%. Bene il TG3 delle 19, con un +0.4% rispetto allo scorso anno. Lieve guadagno anche per il TG La7 delle 13.30, a +0.1%. Infine, nonostante l’avio della stagione di film e fiction, le allnews di RaiNews24, TgCom24 e Sky TG24 continuano a mantenere share e ascolti inalterati grazie alla variegata offerta di informazioni e sport. Tra i programmi, bene “Uno Mattina”, il contenitore mattutino di Rai1, che guadagna quasi un punto di share; meglio ancora fa “Uno Mattina in famiglia”, che arriva al +3.2%.

Su Rai2 positivi “Nemo nessuno escluso” (+0.8%) e “Quelli che il calcio” (+0.4%) mentre sul terzo canale RAI “Tv Talk” ottiene +0.3%. Su Canale 5 vince Barbara d’Urso: i suoi “Domenica Live” (+2.9% di share) e “Pomeriggio Cinque” (+1.3%) guadagnano sensibilmente consensi. Successo anche per Chiambretti, che si prende più di un punto di share con “Matrix Chiambretti”. La7 cresce con “Piazza Pulita” (+0.2% share) e “Omnibus Dibattito” (+0.1% share). “Propaganda Live”, il nuovo programma di Zoro passato a La7, ottiene mediamente 510mila spettatori, assestandosi sul 2,6% di share.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
auditelascolti tv
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza


casa, immobiliare
motori
Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD

Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.