A- A+
MediaTech

Quando un matrimonio finisce, è sempre colpa dell'altro. Anche quando, in pubblico, si abbozza. Non leggerete mai di un'impresa che “caccia a pedate” un direttore generale (o un conduttore).

Quando un'azienda si divide da un manager (o un conduttore), non mancano mai “i ringraziamenti per il pregevole lavoro svolto” (da una parte) e il proposito di “nuove sfide” (dall'altra). In fondo, le buone maniere non sono la realtà. Ma non costano nulla.

Figurarsi se una maestra di bon ton come Daria Bignardi potesse abbandonare La7 strepitando. Così, quando le sue Invasioni Barbariche sono state escluse dal palinsesto di Urbano Cairo dopo una stagione in calo d'ascolti, la risposta è stata conciliante: “È stata una mia scelta personale”. Allora Bignardi non mancò di sottolineare che “non era sorpresa, anche perché da anni non faccio tv in autunno”.

Adesso che l'autunno è passato, Bignardi è pronta a una nuova primavera. E non solo per condurre un programma ma un'intera rete, senza la possibilità di staccare la spina per mezza stagione. Ha chiamato la Rai, l'azienda che le aveva assegnato (nei suoi esordi nel 1991 e nella breve parentesi del 2009) un ruolo marginale. O forse è meglio dire che a chiamare è stato Antonio Campo Dall'Orto. Fu proprio l'allora direttore de La7 a volere Bignardi nel 2004. E adesso la ripesca dal bacino dei trombati. Con promozione inclusa.   

Tags:
daria bignardirai3antonio campo dall'orto
in evidenza
Arriva l'aria polare dalla Svezia Fine maggio brividi. Previsioni

Meteo

Arriva l'aria polare dalla Svezia
Fine maggio brividi. Previsioni

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Nuova Maserati MC20 Cielo, la spider dal tetto retrattile

Nuova Maserati MC20 Cielo, la spider dal tetto retrattile


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.