A- A+
MediaTech
John McAfee (quello dell'antivirus) si candida alla presidenza Usa

Creatore di uno storico antivirus, fuggitivo, “milionario eccentrico” (come si definisce su Twitter) e adesso candidato alla presidenza degli Stati Uniti. John McAfee lo ha annunciato via Twitter, aprendo un account dedicato (@mcafee2016) e un sito istituzionale (anche se il termine non descrive McAfee), mcafee16.com. Ha fondato anche un partito, il Cyber Party.

Fa specie vedere il volto di McAfee campeggiare con la bandiera americana. Perché l'uomo si è distinto per il successo della sua azienda, venduta a Intel per 7,8 miliardi di dollari nel 2010, ma anche per la sua vita fuori dalle regole. E infatti su Twitter, oltre a definirsi “milionario eccentrico”, si dice anche “ancora vivo”. Forse perché ne ha passate tante. Dall'uso di alcol e droga fino all'arresto (un mese fa) per possesso di arma da fuoco. Una vita da fuggitivo: nel 2008 si trasferisce in Belize, dove però viene accusato di aver ucciso il vicino di casa. Scappa in Guatemala, dove però sarà arrestato ed estradato negli Usa per essere entrato nel Paese illegalmente. Adesso si gode i suoi miliardi in Alabama, ma non riesce proprio a fare il pensionato.

Una candidatura fuori dagli schemi, come tutta la sua vita. Per capire il tono della sua linea (?) politica, basta guardare la prima foto postata sul profilo Twitter da aspirante presidente. È un'immagine di Frank Zappa che recita: “La politica è la divisione intrattenimento dell'industria militare”.  

Tags:
john mcafeeantiviruspresidenziali
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”

Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.