A- A+
MediaTech
Podcast in crisi, la svedese Spotify manda a casa altri 200 dipendenti

Spotify, la piattaforma di podcast licenzia il 2% del personale

Finisce l’epoca d’oro dei podcast? Dopo i 600 licenziamenti di inizio anno, Spotify prosegue con la riduzione del proprio organico. La piattaforma streaming ha infatti annunciato il taglio del 2% del personale dedicato ai podcast, pari a ben 200 dipendenti.

Sahar Elhabashi, vicepresidente e responsabile della divisione interessata dai licenziamenti, ha definito la mossa “dura ma necessaria per un riallineamento strategico”.

LEGGI ANCHE: Twitter, che disastro Elon Musk: crolla la raccolta pubblicitaria (-59%)

L’intervento si inserisce, infatti, in un piano di riorganizzazione per l’intera struttura dedicata agli audio che prevede anche la fusione di Parcast e Gimlet, i due network di produzione di contenuti digitali e podcast, acquisiti nel 2019, che si confluiranno nella divisione Spotify Studios.

LEGGI ANCHE: Intelligenza artificiale, svolta tecnologica o morte dell'umanità? I rischi

Sempre a gennaio, ricorda Reuters, si era dimesso Dawn Ostroff, Chief content officer, che durante la sua permanenza in Spotify aveva aumentato la proposta di podcast sulla piattaforma audio, portandolo quasi al pari della musica.

Nel 2022, da ricordare il putiferio scoppiato attorno ai contenuti di Joe Rogan, finito sotto i riflettori per alcune posizioni no-vax, con diversi artisti che, per protesta, avevano ritirato da Spotify la loro musica.

LEGGI ANCHE: Annalisa Cuzzocrea, la maestrina di Sx che bacchetta anche Elly Schlein

Iscriviti alla newsletter
Tags:
spotify





in evidenza
"Vi racconto tutta la verità...". Angelica Schiatti, Morgan esce allo scoperto

L'artista accusato di revenge porn

"Vi racconto tutta la verità...". Angelica Schiatti, Morgan esce allo scoperto


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


motori
Renault Rafale: l'auto ufficiale della presidenza della Repubblica Francese

Renault Rafale: l'auto ufficiale della presidenza della Repubblica Francese

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.