A- A+
MediaTech
La Santa Sede "scomunica" la Rai: ormai è una tv fuori controllo
Il direttore generale della Rai, Antonio Campo Dall'Orto, a quanto apprende l'Adnkronos, avrebbe incaricato il direttore del personale, Valerio Fiorespino, di aprire un'indagine interna per verificare e conoscere nel dettaglio gli inconvenienti tecnici che hanno portato all'anticipo di 40 secondi sul countdown del programma 'L'Anno che verrà' in diretta da Matera su Rai1 la notte di Capodanno. Un disguido che ha acceso le polemiche sulla trasmissione, anche in seguito a un sms con una bestemmia passato in sovrimpressione. Campo Dall'Orto avrebbe anche deciso, sempre secondo le fonti, che da adesso in poi la responsabilità editoriale dei contenuti dei singoli programmi, tornerà in tutto e per tutto in capo ai responsabili degli stessi programmi, senza più passare attraverso filtri 'esterni' alle trasmissioni.

Si intitola "fuori Controllo" un breve articolo pubblicato dall'Osservatore Romano, uscito come sempre nel pomeriggio con data 2-3 gennaio, dedicato alla controversa nottata di Rai1 per il Capodanno, con brindisi anticipato e bestemmia in diretta.

"Brindisi anticipato, il finale di star wars rivelato, parolacce e addirittura una bestemmia. Tutto in diretta. Non è stato certo un Capodanno tranquillo quello della Rai", scrive il giornale vaticano in un articolo non firmato. "La maratona di cinque ore sulla prima rete intitolata 'l'anno che verrà" ha registrato non solo il record degli ascolti, ma anche quello degli incidenti. Il fatto più grave è che in alcuni sms ritrasmessi in video sono comparse imprecazioni e una bestemmia, al punto da costringere viale Mazzini alle pubbliche scuse.

L'inconveniente, se così si può definire, sarebbe stato causato da 'un errore umano' il cui 'responsabile e' stato sospeso. Ma l"errore umano - chiosa il giornale diretto da Giovanni Maria Vian - rivela che agli occhi di molti, anche adibiti al controllo degli sms inviati, la bestemmia ormai è considerata irrilevante, se non accettabile. E l'episodio mostra come la televisione, pubblica o privata che sia, per acquisire una dimensione social a tutti i costi rischi di divenire uno strumento fuori controllo. Con l'alibi dello share".

Ancora polemiche tra partiti per le gaffe Rai durante il Capodanno di Matera. Forza Italia, con il capogruppo dei senatori Maurizio Gasparri, chiede "l'immediata convocazione del dg Campo Dall'Orto in Commissione di vigilanza per chiedergli conto dei numerosi errori della sua Rai che dovrebbe essere improntata alla qualità". "La notte di Capodanno - incalza Gasparri - subito dopo la mezzanotte con milioni di italiani collegati con la Rai (che ha perfino sbagliato vergognosamente l'ora di inizio del nuovo anno), è andato in onda un turpiloquio musicale che non è certo il modo in cui consacrare alla qualità il ruolo del servizio pubblico".

Il consigliere Carlo Freccero (ben visto dall'area grillina), fa appello "a Berlusconi e Renzi che - spiega - per il nuovo anno contengano i loro nominati impegnati nel grande varietà mediatico, indirizzandoli a un atteggiamento più sobrio o, in alternativa, a un ruolo di protagonisti nel cinepanettone che quest'anno ha mancato di grandi protagonisti".

Per il consigliere Rai Arturo Diaconale, berlusconiano nel cda Rai,  "un incidente non può essere il pretesto per chiedere un cambiamento perché l'incidente si affronta semplicemente risolvendo ciò che lo ha provocato. Mi chiedo allora, c'è bisogno di un incidente per fare nuove nomine? Ci vuole piuttosto un progetto. Se, invece, si fanno nuove nomine prima di definirlo, allora vuol dire che esiste un progetto di altro genere".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
rai bestemmia
in evidenza
Premio Mario Unnia, la cerimonia a Palazzo Mezzanotte

Scatti d'Affari

Premio Mario Unnia, la cerimonia a Palazzo Mezzanotte

i più visti
in vetrina
Madonna, foto 'audaci' a 63 anni: boom sui social per lady Veronica Ciccone

Madonna, foto 'audaci' a 63 anni: boom sui social per lady Veronica Ciccone


casa, immobiliare
motori
Nuova Range Rover, arriva la versione plug-in con un autonomia fino a 113 km

Nuova Range Rover, arriva la versione plug-in con un autonomia fino a 113 km


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.