A- A+
Medicina
Allarme morbillo: +400% di casi di morbillo nel 2017 in Europa. Italia seconda

OMS: NEL 2017 IN EUROPA +400% DEI CASI DI MORBILLO

 

I casi di morbillo sono saliti alle stelle nel 2017 in tutta Europa registrando un +400%  secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità. Più di 20.000 persone sono state colpite da morbillo e diverse  persone sono morte a causa del virus. La Romania e l'Italia hanno riportato la maggior parte dei casi con  rispettivamente 5.562 e 5.006 casi.

 

ALLARME MORBILLO. OMS: IN EUROPA +400% DI CASI NEL 2017

 

Recrudescenza di morbillo in Europa. La malattia ha colpito 21.315 persone e causato 35 morti nel 2017, dopo un minimo storico di 5.273 casi nel 2016. Un aumento del 400%, registrano i dati dell'Ufficio regionale per l'Europa dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), aggiornati in vista di una riunione di ministri sul tema della vaccinazione oggi in Montenegro. 

 

MORBILLO, CRESCONO I CASI DI CONTAGIO IN EUROPA: +400% NEL 2017: I PAESI PIÙ COLPITI

 

Ebbene, l'Oms ribadisce anche che il numero più alto di persone colpite è stato segnalato in Romania (5.562), Italia (5.006) e Ucraina (4.767). Secondo i dati, epidemie preoccupanti di morbillo hanno colpito un Paese europeo su 4: l'ondata di casi del 2017 ha visto grandi epidemie (100 o più casi) in 15 dei 53 Stati della Regione. Questi Paesi hanno sperimentato una serie di problematiche negli ultimi anni - segnala l'Oms - come il calo della copertura vaccinale, una copertura costantemente bassa tra alcuni gruppi emarginati, interruzioni nell'approvvigionamento di vaccini o sistemi di sorveglianza delle malattie poco efficaci. Ci sono poi Grecia (967), Germania (927), Serbia (702), Tagikistan (649), Francia (520), Federazione russa (408), Belgio (369), Regno Unito (282), Bulgaria (167), Spagna (152), Cecenia (146) e Svizzera (105) che hanno registrato ampi focolai, molti dei quali in calo, però, alla fine del 2017. 

 

VACCINI: OMS, +400% CASI MORBILLO NEL 2017 IN EUROPA, ITALIA SECONDA 

 

"Ogni nuova persona colpita dal morbillo in Europa ci ricorda che i bambini e gli adulti non vaccinati, indipendentemente da dove vivono, rimangono a rischio di contrarre la malattia e di diffonderla ad altri che potrebbero non essere in grado di essere vaccinati. Oltre 20.000 casi di morbillo e 35 vite perse solo nel 2017 sono una tragedia che semplicemente non possiamo accettare", afferma Zsuzsanna Jakab, direttore regionale dell'Oms per l'Europa. 

"L'eliminazione di morbillo e rosolia è un obiettivo prioritario per il quale tutti i Paesi europei si sono impegnati fermamente, e una pietra miliare per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile legati alla salute", continua Jakab. "Questa battuta d'arresto non può ostacolare il nostro impegno di essere la generazione che libererà i nostri bambini da queste malattie una volta per tutte", conclude.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
morbilloallarme morbillooms morbillomorbillo +400% di casi
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Nuovo Ranger, creato da Ford ma ideato dai suoi stessi clienti

Nuovo Ranger, creato da Ford ma ideato dai suoi stessi clienti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.