A- A+
Medicina
Bayer e il Digital Plant di Garbagnate, dove l'algoritmo prevede il futuro

L’industria 4.0 ha trovato casa in quel di Garbagnate, presso lo stabilimento farmaceutico della Bayer. Qui l’azienda tedesca, attiva dal 1946, ha messo a punto – e dall’anno prossimo implementerà nella produzione ordinaria – un nuovo sistema di app e processi che permettono di accelerare non solo le scelte decisionali ma anche e soprattutto la selezione del personale. 

affaritaliani.it ha potuto visitare l’impianto nei giorni scorsi insieme a Fabrizio Sala (Assessore Ricerca & Innovazione Regione Lombardia), Davide Barletta (Sindaco di Garbagnate) e Monica Poggio (AD Bayer Italia).

La soddisfazione in casa Bayer è tangibile, come spiega Marco Signorini, project leader del progetto Digital Plant, questo il suo nome.

La parola chiave è algoritmo: “Gli algoritmi che abbiamo sviluppato ci suggeriscono, per ogni macchina e prodotto, i parametri ottimali da settare su ogni macchina. Non solo: ci suggeriscono in tempo reale anche la composizione ottimale del team sulla base delle caratteristiche personali e professionali”.

E ancora: “In questo modo si ottimizzano l’esperienza, il training e il tempo impiegato sull macchina e sul prodotto. Si possono ottimizzare così i tempi di problem solving sulle eventuali risoluzioni di problemi, stiamo sviluppando una parte di questi algoritmi predittivi che ci daranno la possibilità di avere informazioni e notifiche in tempo reale di eventuali inefficienze o perdite future”.

Il progetto è iniziato a settembre 2017. si è partiti da un team locale, con consulenti esterni perché all’inizio era qualcosa di totalmente nuovo. Ora si va avanti con il proprio personale Bayer, che utilizza già le prime app sviluppate per il nuovo Digital Plant (a proposito: qui negli ultimi anni Bayer ha investito oltre 20 milioni di euro). 

Entro il 2019 il sistema sarà totalmente a regime. La cosa più importante, spiega Signorini, è che la comunicazione e la trasparenza non manchino mai all’interno di questo lavoro. Si è generato un ambiente molto favorevole al nuovo sistema, anche da parte degli operai con molti anni di servizio qui a Garbagnate.

Già i primi dati parlano di ottimi risultati sulle aree testate e Bayer considera questo l’inizio della strada verso il futuro non solo in Italia, ma anche per tutti gli altri stabilimenti farmaceutici dell’azienda.

Il vero problema, il più difficile? La raccolta dei dati. Macchine anche con 20 anni di servizio hanno potuto essere collegate in tempo reale, fornendo i propri dati e mettendoli in rete per un’efficienza ancora maggiore.

E domani? “Manterremo la nostra curiosità verso questo mondo – dice Signorini - La nostra caratteristica è pensare fuori dagli schemi e continueremo a chiederci che cosa possiamo pensare d’altro e fuori dagli schemi? E non è facile, perché siamo abitudinari. Dobbiamo porci le domande giuste tutti i giorni”.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    bayer; digital plant; garbagnate; algoritmo
    in evidenza
    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    Corporate - Il giornale delle imprese

    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    i più visti
    in vetrina
    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti

    Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.