A- A+
Medicina
Cimici asiatiche minaccia ma non l'unica. L'entomologo sulle CIMICI ASIATICHE

CIMICI ASIATICHE, CONDIZIONI FAVOREVOLI IN ITALIA

"Cimici asiatiche, certo forse i toni sono un po' troppo allarmistici, ma la situazione e' comunque da non sottovalutare". Emanuele Mazzoni, entomologo dell'Universita' Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza spiega su Blog Italia di Agi l'invasione della cimici asiatiche (Halyomorpha halys) che avrebbero invaso il Nord Italia causando danni consistenti alle colture, specialmente quelle da frutto. "Si tratta di una specie che ormai da qualche anno - spiega Mazzoni - si e' diffusa al di fuori del suo areale di distribuzione naturale e ha trovato condizioni favorevoli in Italia, ma anche negli Stati Uniti, dove ha prodotto danni consistenti".

"L'invasione di specie aliene non e' una novita' assoluta. Anzi, ormai noi entomologi non facciamo altro che lavorare su queste nuove specie. Per esempio insieme al nostro gruppo di ricerca, qualche giorno fa - spiega Mazzoni - abbiamo identificato un afide giapponese tra gli albicocchi della provincia di Ravenna".
 

CIMICI ASIATICHE, PROBLEMA DIFFICILE DA RISOLVERE
 

Quello delle cimici asiatiche pero' potrebbe essere un problema difficile da risolvere. "Purtoppo - dice Mazzoni- le cimici asiatiche non hanno rivali naturali e qui in Europa hanno trovato condizioni molto favorevoli per la loro riproduzione. Sono insetti difficili da contrastare per una serie di ragioni". Non sono nocive alla salute e non sono neanche legate alle condizioni igieniche. Sono animali che vivono nei campi e che con l'avvicinarsi del freddo cercano un riparo per svernare e allora si rifugiano nelle case, o nei casolari di campagna andando ad occupare fessure nei muri, negli infissi, insomma ovunque riescono a trovare rifugio. La loro distribuzione e' molto varia e dunque e' difficile immaginare azioni di disinfestazione massicce come nel caso delle zanzare. Per questo, spiega Mazzoni, "le campagne di disinfestazione hanno una efficacia molto relativa", e poi "si fa una gran fatica a fare degli interventi sugli esemplari piu' giovani che potrebbero essere piu' sensibili ai trattamenti".
 

CIMICI ASIATICHE, DIFFICOLTA' ANCHE NELLA LOTTA BIOLOGICA
 

Anche sotto il profilo della lotta biologica e' difficile mettere in campo strategie efficaci. "Nel loro areale naturale, le cimici non hanno un predatore altamente specializzato che puo' essere introdotto anche da noi. Si tratta piuttosto di una serie di diversi predatori che svolgono un ruolo nel contenimento della proliferazioni delle cimici senza pero' avere un ruolo centrale. Inoltre - ha aggiunto - occorre valutare con molto attenzione se l'introduzione di questa specie puo' determinare delle ricadute non desiderate per esempio su altre specie di insetti che invece svolgono un ruolo utile". Il problema tuttavia non va sottovalutato. "La scorsa primavera, a maggio - racconta Mazzoni - insieme agli studenti siamo stati in visita ad una cooperativa che opera nella zona di Lugo della Romagna proprio per cercare di capire quali fossero le principali emergenze fitosanitarie emerse e quella delle cimici asiatiche era sicuramente la piu' importante".

Tags:
cimici asiatichecome contrastare le cimici asiaticherimedi anti cimici asiaticheeliminare le cimici asiatiche
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

i più visti
in vetrina
Miriam Leone si copre con una foglia. Ilary Blasi... Le FOTO delle vip

Miriam Leone si copre con una foglia. Ilary Blasi... Le FOTO delle vip


casa, immobiliare
motori
Peugeot 308 cambia faccia con la nuova sw

Peugeot 308 cambia faccia con la nuova sw


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.