A- A+
Medicina
Colesterolo alto dopo cenoni e pranzi di Natale: rischio colesterolo alto +20%
Cenone di Capodanno

Colesterolo alto: rischio sei volte maggiore dopo cenoni e pranzi natalizi

Dopo il Natale il rischio di sviluppare il colesterolo alto aumenta del 20% rispetto all'estate. Questo significa che, dopo cenoni e festività natalizie, è più facile concedersi qualche peccato di gola di troppo, e la possibilità di sviluppare il colesterolo alto è sei volte più alta. Lo dimostra un’analisi condotta dall'Università di Copenaghen, pubblicata sulla rivista scientifica Atherosclerosis.

Colesterolo più alto dopo Natale: nove persone su dieci a rischio colesterolo alto

Lo studio condotto dai ricercatori dell’Università di Copenaghen ha analizzato i livelli di colesterolo circa 25mila danesi dopo le feste natalizie. Molte persone, infatti, sviluppano valori alti di colesterolo proprio in concomitanza delle feste natalizie e il colesterolo si innalza di un quinto per nove persone su dieci.

Colesterolo alto: cosa non mangiare. Colesterolo alto e cibi grassi

Secondo gli analisti, particolare attenzione deve essere prestata al consumo di cibi grassi. Una dieta ricca di grassi saturi, quelli contenuti per esempio in prodotti animali come carni rosse e latticini, aumenta i livelli di colesterolo. Inoltre una dieta ricca di grassi trans, che si trovano in fast food e pane precotto confezionato, biscotti e snack è causa di colesterolo alto.

Colesterolo alto: cosa mangiare a Natale e dopo le feste natalizie

Quali alimenti bisogna preferire per far abbassare il colesterolo dopo e durante le festività natalizie?

Di sicuro, assicurano gli esperti, è meglio mangiare fibre solubili, grassi sano, alimenti integrali e pollame e carni magre. Più nello specifico, anche durante le festività natalizie, per mantenere i livelli di colesterolo bassi è consigliato mangiare crusca d'avena, orzo, noci, semi, fagioli, mele, pere, prugne, lenticchie e piselli. Fondamentali i grassi sani come oli di oliva, di colza e di arachidi, noci, semi e avocado.

La dieta natalizia deve anche essere ricca di pane, cereali, pasta e cereali secchi se integrali.

Se si preferisce la carne optare per polli, tacchini e carni magre o pesci come salmone, trota, tonno albacore, aringa o sgombro.

Per ridurre il colesterolo, si può anche optare per una dieta ad hoc segnalata da un dietologo esperto.
 

Commenti
    Tags:
    colesterolocolesterolo altocolesterolo cosa mangiarecolesterolo cosa non mangiarecolesterolo natalecolesterolo dopo natale
    Loading...
    in evidenza
    Covid vissuto con ironia

    guarda la gallery

    Covid vissuto con ironia

    i più visti
    in vetrina
    Raffaella Fico, mostra il doppio "punto di vista" (le foto). E Wanda Nara...

    Raffaella Fico, mostra il doppio "punto di vista" (le foto). E Wanda Nara...


    casa, immobiliare
    motori
    Gladiator: design autenticamente Jeep

    Gladiator: design autenticamente Jeep


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.