A- A+
Medicina

"L’inerzia del governo ha determinato in questi anni un abbassamento progressivo dell’attenzione al problema. La legge è stata difesa dai cittadini e non dalle forze di governo. Ha mai visto fare controlli nei locali pubblici? Noi lo facemmo nei primi anni". Così Girolamo Sirchia al settimanale Oggi.

L'ex ministro della Salute è il padre della legge che dieci anni fa ha rivoluzionato le abitudini degli italiani e dice la sua sul vizio del tabacco e sulla proposta di vietare il fumo anche in certi luoghi all'aperto. "Ben vengano misure più restrittive quali: divieto di fumo negli stadi, nei parchi pubblici, nelle spiagge e nella macchina. E ben venga un aumento significativo del costo del pacchetto".

Il sondaggio: secondo te le leggi anti-fumo vanno inasprite? VOTA

Tags:
divietofumosirchiagovernolegge
in evidenza
"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

Affari al Festival dell'Economia

"Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

i più visti
in vetrina
Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


casa, immobiliare
motori
Nissan Ariya protagonista nella conquista dei due Poli

Nissan Ariya protagonista nella conquista dei due Poli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.