A- A+
Medicina
Ricerca e salute, a Giuseppe Remuzzi e Luigi Santini il Premio Remigio Paone

Il Premio Remigio Paone per l’impegno profuso nel campo della medicina e della ricerca scientifica va al chirurgo oncologo Luigi Santini e al nefrologo Giuseppe Remuzzi. Istituito nel 2017 a Formia, città natale del produttore e regista di spettacoli,  la terza edizione del Premio ha infatti cambiato volto proiettando lo sguardo non solo verso l’arte e lo spettacolo, ma anche verso la ricerca scientifica, la cultura, l’imprenditoria e l’impegno sociale.

Direttore dell’Istituto ricerche farmacologiche Mario Negri dal 2018, Giuseppe Remuzzi ha affiancato al lavoro clinico in ospedale un’intensa attività didattica e di ricerca. Da quando l’Istituto ha aperto la sua sede a Bergamo, coordina tutte le attività di ricerca dalla città bergamasca e dal 1992 del Centro di ricerche cliniche per le malattie rare ‘Aldo e Cele Daccò’ a Ranica (Bg). La sua attività scientifica riguarda soprattutto le cause delle glomerulonefriti e i meccanismi di progressione delle malattie renali. Remuzzi ha anche fatto molti studi nel campo del rigetto del trapianto. In questo settore i suoi studi e dei suoi collaboratori hanno dimostrato per la prima volta che è possibile ottenere nell’animale la sopravvivenza indefinita di un organo incompatibile senza farmaci antirigetto “educando” il timo a riconoscere l’organo trapiantato come proprio. Le ricerche più recenti riguardano le possibilità di rigenerare i tessuti e creare organi in laboratorio utilizzando cellule staminali.

Professore ordinario di Chirurgia generale ed oncologica presso l’università della Campania Luigi Vanvitelli, classe 1950, Luigi Santini (nella foto) è autore di circa trecentocinquanta pubblicazioni scientifiche suffragate da un’intensa attività didattica. La Società nazionale di Scienze, Lettere ed Arti lo ha infatti insignito nei mesi scorsi del titolo di Accademico per le Scienze mediche. Un riconoscimento dovuto al suo impegno nel campo di una Sanità “in cammino”, vicina alla gente e al territorio. Tanto che è tra i promotori della piattaforma regionale per lo studio e la cura delle neoplasie pancreatiche e una decina di anni fa è stato designato dalla Regione Campania come esperto in problemi socio sanitari nel comitato della Lega italiana per la lotta ai tumori. Un impegno contrassegnato da una considerazione etica: la Sanità non può essere amministrata basandosi esclusivamente su logiche gestionali e finanziarie, ma deve fondarsi sulla centralità del paziente e sull’umanizzazione delle cure. 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    lazionefrologochirurgooncologovanvitelli
    in evidenza
    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    Corporate - Il giornale delle imprese

    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    i più visti
    in vetrina
    Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

    Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza


    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD

    Mercedes, approvato piano al 2026 con investimenti da 60 MLD


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.