A- A+
Medicina
Novartis Italia cala il tris e si conferma tra i migliori posti dove lavorare

Sono ben tre le società del gruppo Novartis Italia che figurano tra le imprese che garantiscono ai propri dipendenti le migliori condizioni di lavoro. Ripetendo il prestigioso risultato del 2016, il colosso farmaceutico cala quindi il tris, ottenendo la certificazione di Top Employer al termine dell’ampia e approfondita analisi che il Top Employers Institute Italia conduce ogni anno sulle condizioni di lavoro e sulle politiche di gestione delle risorse umane messe in atto dalle più importanti aziende italiane.

Le tre società di Novartis che hanno superato il test, confermando standard qualitativi che si collocano ai vertici nazionali, sono Novartis Farma, alla sua quinta certificazione consecutiva, Sandoz, la società del Gruppo attiva nel settore dei farmaci generici e biosimilari, Top Employer per il terzo anno, e Sandoz Industrial Products, insediamento produttivo di Rovereto (Tn), che replica il successo del 2016.

Per Georg Schroeckenfuchs, Country President di Novartis in Italia, “La nuova certificazione Top Employers conferma la validità delle nostre politiche HR, finalizzate a valorizzare le potenzialità dei collaboratori, mettendoli in condizione di dare il meglio di sé. Grazie a questo impegno, da sempre priorità per Novartis, disponiamo di risorse professionali capaci di rispondere in modo efficace alle esigenze del mondo della salute italiano”.

Alla base dei riconoscimenti ottenuti, c’è l’impegno, condiviso da tutte le società del Gruppo Novartis in Italia, a costruire un ambiente di lavoro multiculturale e inclusivo, attento al benessere dei dipendenti e in grado di favorire la loro crescita professionale, facendo leva in particolare su un forte orientamento all’innovazione.

A ulteriore conferma di questo impegno è giunta recentemente la concessione a Novartis della certificazione Family Audit, standard che aiuta le aziende a favorire un efficace equilibrio tra gli interessi dell’organizzazione e quelli dei dipendenti. Tra i progetti più interessanti sviluppati da Novartis in quest’ambito c’è una specifica attività formativa offerta ai collaboratori con figli già prossimi all’età adulta per aiutarli a sostenere l’ingresso di questi ultimi nel mondo del lavoro, che oggi avviene in condizioni naturalmente molto diverse da quelle sperimentate anni addietro dagli stessi collaboratori.


Esplicitamente a favore della salute e del benessere psicofisico dei collaboratori va BeHealthy, un programma di educazione e prevenzione, che si sviluppa nell’arco dell’intero anno e che comprende numerose iniziative di sensibilizzazione sanitaria, campagne di screening, incontri di approfondimento, informazione sui corretti stili di vita.

Il progetto Incubator for Build promuove l’ideazione e la realizzazione, in stretta collaborazione con medici e pazienti, di progetti innovativi nell’ambito della formazione medico/scientifica a beneficio dei pazienti, con il supporto delle più avanzate tecnologie digitali.

 

Tags:
novartis italia
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli

Scatti d'Affari
Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli


casa, immobiliare
motori
Volkswagen ID. Buzz e ID. Buzz Cargo: il Bulli del XXI Secolo in chiave green

Volkswagen ID. Buzz e ID. Buzz Cargo: il Bulli del XXI Secolo in chiave green


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.