A- A+
Medicina
Obesità: dal 24 al 26 novembre a Milano di discute di come combatterla

Sono 20 i rappresentanti dell’European Association for the Study of Obesity (EASO) che si riuniranno per la prima volta a Milano dal 24 al 26 novembre in occasione dell’EASO Patient Council per discutere di strategie comuni per combattere l’obesità.

 

L’obiettivo è contribuire a una migliore comprensione delle esigenze dei pazienti obesi e far sì che l’obesità venga riconosciuta in tutta Europa come malattia sottolineando la centralità della voce del paziente nell’affrontare e combattere lo stigma sociale associato all'obesità, che porta con sé casi di discriminazione, problemi relazionali, difficoltà nel trovare un impiego.

 

L’Organizzazione Mondiale della Sanità parla di 1,9 miliardi di persone in sovrappeso, di cui 600 milioni obesi. Di questi, 6 milioni sono in Italia. Eppure, su 50 paesi europei solo tre – Portogallo, Olanda e  Turchia , riconoscono l’obesità come malattia. Per gli altri, Italia compresa, la strada è ancora lunga: persone obese e in sovrappeso sono spesso vittime di discriminazione e incontrano difficoltà nell’accesso alle cure.

 

L’EASO Patient Council riunisce a Milano 20 pazienti obesi o ex obesi, rappresentanti di EASO provenienti da quattordici paesi europei: Austria, Danimarca, Italia, Irlanda, Malta, Regno Unito, Svezia, Repubblica Ceca, Polonia, Belgio, Francia, Portogallo, Ungheria e Islanda.

 


“Come rappresentanti dei bisogni dei pazienti obesi - sottolinea Marina Biglia, rappresentante italiana di EASO e presidente dell’associazione Amici Obesi Onlus – ci impegniamo per garantire le migliori condizioni per affrontare l’obesità: il nostro impegno in Italia prosegue l’appello fatto alle istituzioni con la presentazione del position paper ‘L’obesità è una malattia. Curabile’ firmato dalle associazioni e società scientifiche italiane e prosegue con tavoli di lavoro sia a livello nazionale sia locale”.

 

 
L’obesità è una malattia multifattoriale che porta con sé numerose altre patologie, ecco perché è importante riconoscerla e combatterla. Questo dato è stato confermato da una ricerca sulla percezione dei problemi di salute, sociali ed economici legati all’obesità che ha evidenziato comeil problema più grave legato all’obesità e che induce le persone obese a ricorrere alle cure è la propria salute: il 61,2% delle persone intervistate parla di comorbidità, ovvero diabete, malattie metaboliche, colesterolo, rischio cardiovascolare. A queste si aggiungono altri problemi di salute, quelli psicologici - in primo luogo la depressione - che in alcuni casi potrebbe essere causata da quello che gli intervistati hanno indicato come il secondo problema legato all’obesità, i problemi relazionali e affettivi, dichiarati dal 21,1%. Infine i casi di discriminazione per il 12,9% dei casi.


 
L’EASO Patient Council
Fondata nel 1986, EASO è una federazione di associazioni di appartenenza professionale provenienti da 32 paesi europei. Per aiutare le comunità scientifiche e cliniche europee a comprendere meglio l'esperienza del paziente lungo il percorso di assistenza, diagnosi e cura l’EASO ha istituito EASO Patient Council, il "Consiglio europeo dei pazienti". Il Patient council è composto da pazienti obesi o ex obesi, in rappresentanza di numerosi paesi europei uniti allo scopo di dare voce alle esigenze dei pazienti in tutta Europa.

Tags:
obesitàdal 24 al 26 novembre
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Air France-KLM, firmata partnership commerciale strategica di 10 anni

Scatti d'Affari
Air France-KLM, firmata partnership commerciale strategica di 10 anni


casa, immobiliare
motori
Al Villa D’Este debutta la Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati

Al Villa D’Este debutta la Mostro Barchetta Zagato Powered by Maserati


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.