A- A+
Medicina
Obesità: fare il pendolare in auto riduce le aspettative di vita del 32%

Brutte notizie per chi fa il pendolare in auto, e soffre di obesità. Secondo uno studio dell'università di Glasgow, i pendolari in auto obesi hanno un rischio di morte del 32% rispetto a chi, a peso normale, va al lavoro in bicicletta o a piedi. 

Lo studio, che è stato presentato al Congresso europeo sull'obesità, che si è svolto proprio nella capitale scozzese, ha preso in esame 163.149 partecipanti, di un età compresa tra i 37 e i 73 anni, che sono stati seguiti per una media di 5 anni. Al termine del quinquennio, è emerso che 2.425 partecipanti erano morti, e 7.973 avevano sviluppato malattie cardiache.

Rispetto a quelli che avevano segnalato un peso corporeo sano e un pendolarismo attivp misto (a piedi e in bicicletta da e verso il lavoro), essere obesi in combinazione con il pendolarismo, era associatoa un rischio del 32% di morte prematura, un raddopiamento della mortalità per malattie cardiache, e un aumento del 59% delle malattie cardiache non mortali.

Al contrario, invece, le persone con obesità che hanno segnalato di essere pendolari attivi, avevano un rischio di morte per qualsiasi causa simile ai pendolari attivi con peso normale, suggerendo che il ciclismo o la camminata da e verso il lavoro potevano ridurre l'effetto dannoso dell'obesità. 

Commenti
    Tags:
    obesitàguidaautovitaaspettative di vitamacchinaautomobilependolarecicciamorterischio di morte
    in evidenza
    "Manovra? Non solo fisco ed energia, aiuto importante anche alla genitorialità”

    Annalisa Chirico debutta su Affari - GUARDA IL VIDEO

    "Manovra? Non solo fisco ed energia, aiuto importante anche alla genitorialità”

    
    in vetrina
    CED, presentato il Rapporto “Crescere Insieme”

    CED, presentato il Rapporto “Crescere Insieme”


    motori
    Apre a Bologna la “Maison Citroën”

    Apre a Bologna la “Maison Citroën”

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.