A- A+
Medicina
Proprietà, benefici e controindicazioni dei semi di chia
Semi di chia

Semi di chia: proprietà e benefici

 

I semi di chia sono una fonte concentrata di nutrienti essenziali, tra cui vitamine (come vitamina B, vitamina E) e minerali (come calcio, magnesio, fosforo) e hanno diverse proprietà nutrizionali, come abbiamo appena visto. Sono infatti un alimento estremamente ricco di fibre solubili e insolubili, una delle migliori fonti vegetali di acidi grassi omega-3 (come l’acido alfa-linolenico) e contengono antiossidanti molto importanti, come i polifenoli.

Grazie a queste proprietà, i semi di chia apportano numerosi benefici alla salute dell’essere umano. Ecco un elenco dei più importanti:

 

  • l’alta quantità di fibre potrebbe aiutare a stabilizzare i livelli di glucosio nel sangue, un vero beneficio soprattutto per le persone con diabete di tipo 2;

     

  • grazie al loro contenuto di acidi grassi omega-3, fibre alimentari e antiossidanti, i semi di chia possono contribuire a ridurre il colesterolo LDL (il cosiddetto “colesterolo cattivo”), abbassare la pressione sanguigna e ridurre l’infiammazione;

     

  • grazie al loro elevato contenuto di fibre e proteine possono contribuire ad aumentare la sensazione di sazietà, utile per il controllo del peso e la gestione dell’appetito;

     

  • essendo una buona fonte di calcio, magnesio e fosforo, possono contribuire positivamente per la salute delle ossa e dei denti;

     

  • supportano la salute cerebrale grazie agli acidi grassi omega-3, essenziali per la salute del cervello, funzione cognitiva e la memoria.

 

Controindicazioni dei semi di chia

 

I semi di chia sono generalmente considerati un alimento sicuro e adatto al consumo di tutti. Alcune persone potrebbero tuttavia riscontrare controindicazioni o effetti collaterali, soprattutto in caso di consumo in eccesso. I più comuni potrebbero essere:

 

  • allergia o intolleranza, problemi che si manifestano con eruzioni cutanee, prurito, gonfiore o difficoltà respiratorie;

     

  • problemi digestivi, come gonfiore, gas o disturbi gastrointestinali se si consumano grandi quantità di semi di chia o se l’organismo non è abituato a una dieta ricca di fibre;

     

  • possibile interferenza con la coagulazione del sangue, causata dagli acidi grassi omega-3, che possono rallentare la coagulazione del sangue;

     

  • possibile interazione con farmaci, come quelli per l’ipertensione arteriosa o l’insulina per i diabetici, per questo si consiglia di prendere i farmaci almeno due ore prima o dopo l’assunzione di semi di chia per evitare possibili interazioni oltre che dosare bene le quantità.

 

È importante notare che le reazioni a determinati alimenti potrebbero variare da individuo a individuo, essendo impossibile prevedere le reazioni di ogni singolo organismo. Per questo motivo è sempre consigliabile consultare un professionista della salute o un nutrizionista per valutare le proprie esigenze individuali prima di apportare modifiche significative alla propria dieta o stile di vita.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
medicinasalute




in evidenza
"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"

Patrizia Groppelli a cuore aperto su Daniela e tradimenti

"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


motori
Toyota lancia il nuovo PROACE Electric e PROACE CITY Electric

Toyota lancia il nuovo PROACE Electric e PROACE CITY Electric

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.