A- A+
Medicina
Tailor-made Organs, installazione per il futuro della medicina personalizzata

PRINTMED-3D consente la realizzazione di modelli di organi

Con l'uso della stampa 3D e della realtà virtuale nelle simulazioni chirurgiche, specializzandi e chirurghi più esperti avranno la possibilità di simulare gli interventi in un ambiente a rischio zero, senza limiti di iterazione, confrontandosi in modo sicuro con ciò che si incontra nel teatro operatorio reale.

Si è conclusa con grande successo la presentazione di PRINTMED-3D, il progetto di ricerca scientifica e tecnologica multidisciplinare dedicato al futuro della medicina personalizzata, che ha portato nel Centro Internazionale di Brera, “Tailor-made Organs”, un'installazione dedicata all’ingresso della stampa 3D e della realtà virtuale nelle simulazioni chirurgiche: un’evoluzione tecnologica che segnerà il futuro della professione, con una trasformazione senza precedenti dell’intero settore.

L'evento ha registrato una grande partecipazione, tra cui numerosi specialisti e chirurghi del capoluogo lombardo, che si sono confrontati sulla creazione di nuove soluzioni abilitanti per la medicina personalizzata e per la formazione avanzata in ambito medico e chirurgico. 

PRINTMED-3D consente la realizzazione di modelli di organi, elaborati a partire dai dati del paziente (TAC e risonanze) e poi creati tramite nuovi processi di stampa additiva di materiali polimerici innovativi. Con questo approccio è possibile produrre modelli anatomici con caratteristiche meccaniche e funzionali simili a quelle dei corrispettivi naturali. I modelli virtuali alla base della progettazione dei manufatti sono anche utilizzati in ambienti di realtà virtuale immersiva ed aumentata, progettati e sviluppati in-house.

Questi modelli di organi vengono utilizzati a supporto della pianificazione di interventi chirurgici complessi. Il risultato è una pratica medico-chirurgica più sicura per il paziente che favorisce migliori risultati operatori a costi sostenibili per il sistema sanitario.

Al centro dello spazio espositivo si trovavano i modelli aptici di organi realizzati nell'ambito di PRINTMED-3D, che hanno suscitato grande interesse tra il pubblico presente. Il progetto, finanziato da Regione Lombardia nell’ambito della Call Hub Ricerca e Innovazione (POR-FESR 2014-2020), nasce dall’incontro di due ricercatori, entrambi dell’Università degli Studi di Milano: Paolo Milani, Professore Ordinario di Struttura della Materia e Direttore del Centro Interdisciplinare Materiali e Interfacce Nanostrutturati (CIMaINa), e Gian Vincenzo Zuccotti, Professore Ordinario di Pediatria Generale e Specialistica e Presidente del Comitato di Direzione della Facoltà di Medicina e Chirurgia.

"Il progetto nasce dalla necessità di programmare un intervento chirurgico complesso e di formare adeguatamente specializzandi e chirurghi - afferma Paolo Milani - e prende forma dall'esigenza di proporre una soluzione a questo forte bisogno: riprodurre un organo partendo proprio dal referto del paziente. Da qui il nome 'Tailor-made Organs'.”

“Durante il processo di ricerca abbiamo sviluppato una serie di materiali e tecnologie nuove che non solo riproducono la forma esatta dell'organo, ma anche la sensazione tattile e la complessità anatomica dello stesso. In questo modo, l'organo diventa uno vero e proprio simulatore per un chirurgo: vedendo le caratteristiche tipiche e uniche del paziente, il dottore riesce così ad esercitarsi per poter eseguire con maggiore sicurezza e nel minor tempo possibile l'intervento chirurgico”, continua Milani.

"La stampa di questi modelli 3D di organi così autentici e veritieri non solo può essere utilizzata dal settore medico per fornire ai chirurghi, ricercatori e biotecnologi l'opportunità di studiare soluzioni personalizzate per la cura di patologie rare o comuni sul singolo paziente, ma ha anche una ricaduta benefica sul paziente stesso, poiché spesso riduce il periodo post-operatorio e può portare a un effettivo risparmio per la struttura sanitaria", conclude Gian Vincenzo Zuccotti.

Le tecnologie sviluppate all’interno di PRINTMED-3D hanno trovato un riscontro fortemente positivo da parte dei più importanti ospedali della Lombardia – alcuni già partner del progetto - come l’ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda, L’ASST FBF Sacco, L’ASST San Carlo Borromeo, L’Ospedale dei Bambini Vittore Buzzi e l’Istituto Neurologico Carlo Besta. Le soluzioni tecnologiche elaborate hanno permesso di realizzare prodotti fortemente innovativi, che consentiranno al sistema sanitario e accademico lombardo di adottare approcci più razionali ed efficaci nei settori della gestione della sanità e della formazione, del coinvolgimento del sistema industriale e della società civile.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
tailor made organs




in evidenza
La verità su Panariello e Pieraccioni al Festival 2025

Carlo Conti a Sanremo

La verità su Panariello e Pieraccioni al Festival 2025


in vetrina
Immobiliare, la battaglia degli spot: Sherlock e Watson sfidano la nonna

Immobiliare, la battaglia degli spot: Sherlock e Watson sfidano la nonna


motori
La Nuova MINI John Cooper debutta alle 24 ore del Nürburgring

La Nuova MINI John Cooper debutta alle 24 ore del Nürburgring

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.