A- A+
Medicina
Tutte le fake news sul cibo: dall'ananas agli spinaci. La denuncia dell'Iss

Troppe fake news sul cibo: ecco le più diffuse

 

Ogni giorno veniamo bombardati da diete, consigli e suggerimenti alimentari di ogni tipo, ma quello che spesso non si sa è che molte di essi sono delle favolose fake news. A tal proposito l’Istituto Superiore di Sanità ha deciso di dedicare un’intera sezione all’interno del proprio sito web per raccogliere tutte le maggiori bufale sull’alimentazione.

 

Attenzione alle bufale sull'alimentazione: zucchero di canna fa bene? Assolutamente no

 

Tra le credenze più diffuse, vi è sicuramente quella di ritenere lo zucchero di canna meno dannoso rispetto a quello bianco: niente di più falso. Sarà forse il colore più scuro a farci credere che si tratti di un alimento non raffinato e quindi più sano, ma è solo una delle tante bufale sul cibo. Vediamo di comprendere come stanno davvero le cose. Proprio come avviene per lo zucchero bianco, anche lo zucchero di canna è sottoposto a un processo di raffinazione, che rende omogenei i granelli e ne caratterizza il gusto, soprattutto grazie all’aggiunta di melassa. Inoltre il tipico colore caramellato è dato da un colorante ambrato denominato E150, che rende questo tipo di zucchero uguale se non peggiore a quello bianco.

 

Fake news sul cibo: l'ananas non brucia i grassi


Un’altra bufala tipica del periodo antecedente la prova costume è quella sull’ananas brucia grassi; nonostante le innumerevoli proprietà nutritive di questo alimento, la facoltà di bruciare i grassi e quindi di farci evitare la palestra non gli appartiene. La nascita di questo falso mito deriva da una delle proprietà di questo frutto: la bromelina. Tale enzima è in grado di degradare le proteine in aminoacidi e questo permette una migliore azione digestiva ed antinfiammatoria; purtroppo molti hanno male interpretato le proprietà di questo enzima, ritenendolo capace di bruciare anche i grassi.

 

"Sei carente di ferro? Mangia gli spinaci." Niente di più fake


Un altro falso mito da sfatare riguarda gli spinaci e la loro presunta capacità di fornire ferro all’essere umano. A tal proposito è intervenuto direttamente l’Iss, il quale ha dichiarato “ che il ferro presente nei vegetali è meno assimilabile rispetto a quello contenuto nel pesce e nella carne”; quindi nonostante questo alimento sia ricco di ferro, per noi non è così utile come si crede.


Queste che abbiamo elencato sono le più diffuse ma ce sono molte altre: dal mangiare pesce per contrastare la perdita di memoria, i mirtilli che migliorano la vista al non mangiare burro perché nocivo. Purtroppo bisogna porre molta attenzione, perché soprattutto in rete è molto facile imbattersi in favolose fake news costruite ad hoc. Unico consiglio: informarsi attraverso siti web affidabili e scientifici.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
fake newsfake news ciboananas brucia grassi
in evidenza
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi

CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

i più visti
in vetrina
Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C

Meteo, Italia nella morsa del caldo africano di Hannibal, picchi fino a 34°C


casa, immobiliare
motori
Volkswagen presenta i nuovi suv ID.5 e ID.5 GTX coupé 100% elettrici

Volkswagen presenta i nuovi suv ID.5 e ID.5 GTX coupé 100% elettrici


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.