A- A+
Medicina
Varianti Covid-19: "Il vaccino attenua i sintomi, ecco la prova"
 Credit photo Nick Zonna

Il vaccino contro il Sars-CoV-2 non blocca completamente l’infezione, soprattutto in caso di varianti, ma è in grado di attenuare la sintomatologia, in particolare negli anziani, dove spesso questa è grave.

Il primo riscontro clinico in questo senso è stato ottenuto dall’Istituto Clinico Diagnostico di Ricerca Altamedica di Roma, ed è in via di pubblicazione sulla rivista scientifica Pathogens.

Il Laboratorio Altamedica di Roma, grazie all’utilizzo del recente test messo a punto per la caratterizzazione delle varianti del virus Sars-CoV-2, ha identificato un particolare caso di paziente che, pur avendo ricevuto entrambe le dosi del vaccino (Pfizer), risultava positivo alla variante brasiliana.

L’uomo, 83 anni, aveva ricevuto la seconda dose il 16 febbraio 2021. L’11 marzo, entrando in contatto con un collega affetto, è stato contagiato dal virus e il 17 marzo, in assenza di sintomi, si è sottoposto a tampone molecolare risultando positivo al Sars-CoV-2. Nonostante il paziente avesse un titolo anticorpale (IgG) nella media dopo il vaccino, è risultato avere una carica virale molto alta e proprio per questo si è provveduto alla caratterizzazione delle varianti.

“Il test di identificazione rapida delle varianti - spiega Claudio Giorlandino, dirette scientifico del Centro Ricerche Altamedica - ha identificato le mutazioni della proteina S del lineage brasiliano. L’ulteriore analisi di conferma eseguita tramite Sequenziamento completo ‘Next Generation Sequencing’ del genoma virale ha confermato la presenza della variante. Solo tre giorni dopo il primo tampone positivo il paziente ha riportato lievi sintomi come mal di testa e sintomi influenzali che si sono risolti in due giorni senza alcun ausilio farmacologico. Il 22 marzo il paziente è risultato completamente negativo. Da recenti pubblicazioni scientifiche è emerso che le varianti brasiliana e africana sono in grado di effettuare un ‘escape’ dal sistema immunitario di circa 6 volte maggiore rispetto alla variante classica”. 

“Sfortunatamente però - ha osservato Giorlandino - le informazioni disponibili sulla copertura vaccinale alle varianti emergenti di Sars-CoV-2 sono molto scarse e relative ai soli studi in vitro, nessun trial o studio clinico su pazienti è ancora disponibile. Con questo ‘case report’ sottoposto e in via di pubblicazione sulla prestigiosa rivista scientifica Pathogens per la prima volta si ha un riscontro clinico di come il vaccino, nonostante non riesca a bloccare completamente l’infezione soprattutto quando ci troviamo di fronte a particolari varianti, comunque è in grado di attenuare la sintomatologia soprattutto negli individui anziani dove questa è spesso grave”.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    varianti covid-19vaccino
    in evidenza
    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    Corporate - Il giornale delle imprese

    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    i più visti
    in vetrina
    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


    casa, immobiliare
    motori
    Toyota presenta la nuova Corolla Cross

    Toyota presenta la nuova Corolla Cross


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.