A- A+
Milano
Aggressione con una mannaia lunga 30 cm. Paura alla Stazione Centrale

Un algerino di 31 anni è stato arrestato dalla Polfer, a Milano, per il tentato omicidio di un tunisino 39enne, colpito al braccio e al volto con una mannaia da macellaio lunga di 30 centimetri. L’episodio è avvenuto la sera del 4 febbraio, all’interno di uno dei sottopassaggi della Stazione Centrale. L’algerino, grazie alle immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza, è stato identificato, catturato e arrestato pochi minuti dopo, con l’accusa di tentato omicidio.

L’aggressione è avvenuta in una galleria tra l’ingresso e il piano binari della stazione Fs, ed è stata immortalata da alcune delle 240 telecamere di sorveglianza presenti nello scalo milanese. Abdel Kader Farth, algerino di 31 anni irregolare e con precedenti, senza fissa dimora, ha litigato con il 39enne tunisino e a un certo punto ha iniziato a colpirlo: il ferito è stato medicato all’ospedale Niguarda con oltre 50 punti di sutura soltanto sul viso. I motivi della lite sono ignoti e comunque definiti futili; forse ha giocato un ruolo importante lo stato di alterazione alcolica del ferito e dell’aggressore, entrambi senzatetto e frequentatori abituali della stazione.

Le telecamere installate nel sottopassaggio hanno ripreso le fasi dell’accoltellamento: si vede Farth estrarre una grossa mannaia, con la quale si è avventato sul tunisino. Gli agenti hanno assistito alla scena sullo schermo e sono arrivati sul posto in tempo per vedere la via di fuga dell’algerino, fermato poco dopo in via Sammartini dopo una colluttazione in cui è stato disarmato. Il ferito è stato soccorso dal 118 e, una volta medicato, denunciato perché clandestino.

Tags:
milanostazione centralemannaia







A2A
A2A
i blog di affari
Salento: pastella, cozze aperte all’ampa... Chi l'ha detto che si mangia male?
di Francesca Micoccio
Green pass obbligatorio e lockdown annunciati: il ritorno alla nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.