A- A+
Milano
Aggressioni con acido, nuova ordinanza per Martina e Alexander
Alexander Boettcher e Martina Levato

Una nuova ordinanza di custodia cautelare con l'accusa di associazione per delinquere per una serie di aggressioni con l'acido ha raggiunto Alexander Boettcher e Martina Levato, la coppia già indagata per l'aggressione a Pietro Barbini del 28 dicembre, ed il presunto complice Andrea Magnani. Almeno altre due, infatti, le persone che avrebbero subito aggressioni da parte della "coppia diabolica", ovvero Stefano Savi e Giuliano Carparelli. Ma a carico della bocconiana ci sono ben nove capi di imputazione, tra cui un tentativo di evirazione.

GIP SCIOCCATO - Inquietanti i passaggi dell'ordinanza di custodia cautelare, dalla quale emerge l'obiettivo di "punire" tutti i ragazzi con i quali Martina aveva avuto precedenti rapporti. Così il gip di Milano Giuseppe Gennari: "Chi scrive ha avuto a che fare con delinquenti di ogni livello e categoria. Mafiosi, 'ndranghetisti, rapinatori a mano armata, terroristi pronti a uccidere persone inermi, assassini di professione. Ebbene, mai si è avvertita una percezione di così intenso pericolo". Ed ancora: "Spaventosamente intense, più che eccezionali (e lo si dice espressamente per Martina Levato, in stato di gravidanza), sono le esigenze cautelari concernenti il pericolo di reiterazione della condotta criminosa".

"QUELLA NOTTE A TRE IN GRECIA" - "Alexander mi faceva spesso discorsi un pò strani. Mi diceva che si allenava con dei paramilitari russi nel parco Ravizza a Milano e mi incitava a tatuarmi una lettera A sul mio corpo come, del resto, avevano fatto molte delle ragazze con cui era stato. Mi raccontava che alcuni di questi tatuaggi li aveva fatti proprio lui. Mi fece anche vedere un filmato dove degli uomini, col volto oscurato, uccidevano delle galline tirandogli il collo": è la testimonianza di Elena A., ragazza immagine che ha una relazione con Boettcher nell'estate del 2014, redatta a verbale lo scorso 4 marzo. La giovane testimone racconta del triangolo in cui il giovane la coinvolge assieme a Martina, durante una vacanza in Grecia, e di quella notte trascorsa "tutti e tre sul letto matrimoniale": "In quella circostanza Alexander ha impartito delle vere e proprie regole tra noi. Infatti, io potevo toccare solo il seno di Martina e viceversa ma non potevo baciarla né toccarla nella zona pubica. Lui invece poteva fare quello che voleva con noi anche se ebbe un rapporto completo solo con me mentre Martina si limitava a guardare". Nella stessa vacanza Elena nota la A tatuata sia sul volto, sia sulla coscia di Martina.

"IO SONO L'UOMO DIAVOLO" - Testimonianze raccolte a febbraio, sempre di un'amica di Alexander, rivelano altri dettagli sulla personalità del broker. «L’ho accompagnato a farsi alcuni tatuaggi sulla pancia per completare il disegno sul petto; raffigurava le ali e la corazza di 'Devilman', un cartone animato degli Anni 80 che parla di un demone venuto dagli inferi". Una rappresentazione di sé che l'uomo usava anche durante i mesi della folle caccia della coppia agli ex di Martina. Il 4 agosto i due amanti sono sulle tracce di un giovane che la Levato ha baciato in discoteca mesi prima. Alex contatta una amica che era nel locale quella sera alla ricerca di informazioni con questo messaggio: "Ciao sono l’uomo Diavolo, deve ancora nascere la ragazzina che mi prende in giro. Perché sta scritto, a me la vendetta; io darò la retribuzione occhio per occhio e dente per dente, ma io ti dico: non contrastare il malvagio".

Tags:
aggresione con acidomartina levatoalexander boettchergiuseppe gennari







A2A
A2A
i blog di affari
E' nata la figura del “Servo di Stato”. Con Draghi il popolo diventa cagnolino
di Maurizio De Caro
"Tutti in presenza". Nessun obbligo vaccinale per la scuola
Passa la linea Draghi: via libera all'agenzia cyber


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.