A- A+
Milano
Area C, Ncd promuove una class action

"Molti milanesi stanno analizzando l'ipotesi di una class action contro Area C". Lo annuncia Nicolò Mardegan, coordinatore di Nuovo Centrodestra promotore di una iniziativa che punta a coinvolgere cittadini e associazioni contro le limitazioni imposte all’ingresso in città, alla luce dello studio di Legambiente per il quale il livello di Pm10 è tornato ai livelli di guardia. “Si sente dire che la Giunta voglia allargare il raggio d’azione di Area C oltre la Cerchia dei Bastioni – spiega Mardegan - In questi quattro anni Pisapia ha incassato milioni di euro togliendoli dalle tasche dei milanesi e il risultato è che l’aria rimane irrespirabile. Il Comune ha speculato sull’inquinamento. Parla di ambiente ma si fa pagare 5 euro per l 'Area C da chi inquina. Sono certo che la nostra iniziativa incasserà il consenso di moltissimi residenti, soprattutto i commercianti che hanno pagato a caro prezzo la politica irresponsabile del Comune”.

Negativo il giudizio di Carlo Monguzzi, consigliere comunale del Pd: "Mi sembra una cosa completamente sbagliata, Area C ha portato reali e indiscutibili vantaggi ai cittadini con la diminuzione del 30% del traffico dentro Area C, e del 7% in tutta la città. Quindi si tratterebbe di un’azione dei cittadini contro se stessi. La cosa non mi sembra possibile".

Tags:
area cclass actionmardegan







A2A
A2A
i blog di affari
Green Pass: l'umanità ha disperato bisogno di uomini come Fabrizio Masucci
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Matteo Pittaluga: l'aspetto mentale per diventare Social Media Manager
Dario Ciracì
il project financing collegato al partenariato pubblico privato (seconda parte


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.