A- A+
Milano

"Cominciamo a pensare al nome della piazza, l'identita' e' data dai nomi e questa e' una parte di citta'". E' "il sollecito, l'assist" che Claudio Artusi, presidente di Citylife, ha voluto lanciare al Comune di Milano oggi a margine dell'arrivo delle due 'talpe' per il completamento delle gallerie della Tratta S. Siro-Pozzo Parco della M5 di Milano. Artusi ha spiegato che le prime case verranno consegnate in estate, "cosi' diventera' popolato non solo da operai ma anche da cittadini: inizia la dissolvenza". "Nessuna preoccupazione per le vendite", inoltre, per Artusi che a fine cantiere si aspetta comunque un aumento di attrattivita' e quindi di interesse.

Con un anticipo di "qualche mese" si sono incontrate oggi nel cantiere CityLife di via Eginardo le due "talpe" della M5 lilla: 'Augusta' e 'Daniela' abbattendo l'ultimo diaframma e completando cosi' le gallerie della tratta San Siro -Pozzo Parco. Alle 14.30 sotto gli occhi tra gli altri dell'assessore comunale all'ambiente Pierfrancesco Maran, del presidente di Citylife Claudio Artusi e del presidente di Astaldi Spa, Paolo Astaldi, e di numerosi lavoratori, le due TBM (tunnel boring machine) "incontrandosi" hanno segnato una tappa importante per la realizzazione della linea lilla "da consegnare a Milano entro Expo" come ha ribadito in primis l'assessore. Alle prime 7 fermate aperte il 10 febbraio scorso, si aggiungeranno entro fine anno quelle di Isola e Garibaldi: coså la Lilla sara' pronta per proseguire verso San Siro oggi anche grazie ad Augusta e Daniela e al loro operato. Astaldi, soddisfatto dell'anticipo maturato, ha assicurato la consegna della tratta pattuita per Expo entro aprile 2015, "il resto a ottobre" quando Milano e i milanesi avranno la "loro" M5 in tutta la sua interezza: 19 fermate, 12,6 km complessivi. Consapevole che "avere una fermata proprio nel cuore di Citylife sia pregio raro", Artusi ha salutato l'evento di oggi come "segnale di vitalita' e incoraggiamento per tutta la citta'". Tra le oltre mille persone impiegate nel cantiere, e le circa 1300 in Citylife, "c'e' anche una forte valenza sociale in queste opere - ha aggiunto Artusi - opere che ci proiettano tutti al 2015".

Tags:
citylife







A2A
A2A
i blog di affari
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.