A- A+
Milano
Ferruccio De Bortoli a colloquio da Pisapia. Inside

di Fabio Massa

CATTIVERIA-1/ Che cosa ci faceva Ferruccio De Bortoli nell'ufficio di Giuliano Pisapia, oggi tra le 12 e le 13? I bene informati giurerebbero che nel colloquio si sia parlato anche di mancate candidature (quella dell'avvocato arancione) e di possibili candidature (quella del quasi ex direttore del Corsera). Da Palazzo Marino si fa sapere ad Affaritaliani.it che in stanza con il direttorissimo del Corriere e con il sindaco uscente c'era anche Mario Usellini, presidente della Fondazione Vidasi. Il colloquio ha quindi avuto come oggetto le attività di assistenza ai malati terminali dell'associazione Vidas.

CATTIVERIA-2/ C'è chi dice che la manovrina sia fatta per tagliare fuori Pierfrancesco Majorino e Umberto Ambrosoli. C'è invece chi dice che è un provvedimento giusto che anticipa le logiche della città metropolitana. Rimane il fatto che fa molto discutere l'ipotesi di far votare per le primarie non solo i cittadini di Milano ma anche i cittadini dell'area metropolitana. Tradotto: tutti i comuni dell'hinterland. Nei quali ovviamente vigono altre regole e altri giochi (e altri capibastone). Anche se il Pd provinciale frena: proposta non nostra, le regole non sono ancora state chiarite.

@FabioAMassa

Tags:
de bortolipisapiaelezionimilano a2a






A2A
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.